Raccolte 1.800 tonnellate di Raee nel primo semestre 2021

0
126

(Sesto Potere) – Roma – 28 luglio 2021 – Nel primo semestre del 2021 Ecolamp ha gestito in tutta Italia 1.800 tonnellate di RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). In particolare, il consorzio ha ritirato 903 tonnellate di piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo e apparecchi di illuminazione giunti a fine vita (raggruppamento R4), e 897 tonnellate di sorgenti luminose esauste (raggruppamento R5).

Rispetto al primo semestre del 2020, con un’importante flessione della raccolta per il lockdown totale, nei primi sei mesi del 2021 la raccolta Ecolamp ha registrato numeri in crescita con un incremento del 12%.

La raccolta delle lampade

Per quanto riguarda le sorgenti luminose – storico raggruppamento gestito dal consorzio – sono 518 le tonnellate di rifiuti conferite dai privati cittadini presso i centri di raccolta. Altre 379 tonnellate sono state, invece, gestite attraverso i servizi volontari messi a disposizione dal consorzio per installatori e altri operatori professionali.

Andamento regionale

Nei primi sei mesi del 2021, il 45%della raccolta delle lampadine gestita da Ecolamp è stato trainato da tre regioni per un totale di 406 tonnellate. Si tratta della Lombardia, che resta al primo posto con 206 tonnellate, seguita dal Veneto (108) e dal Lazio (93). Numeri positivi anche per la Campania che, con 41 tonnellate, si posiziona prima tra le regioni del Sud seguita dalla Puglia con 36 tonnellate. In crescita anche la raccolta delle lampadine in Toscana (72), nelle Marche (38) e in Liguria (22).

La raccolta per province

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è RaccoltaProvinceQ2_2021.jpg

A livello provinciale, il 38% della raccolta di sorgenti luminose, 341 tonnellate, è stato registrato da sole dieci province. Sul podio si confermano, anche per questo semestre, Milano con 63 tonnellate, Roma con 46, e Latina con 41 tonnellate. Bergamo guadagna la quarta posizione con 39 tonnellate, seguita da Torino (31), Bologna (26), Pisa (25) e Monza e Brianza (25). Napoli (18) e Bari (13) restano le prime due provincie del Sud, rispettivamente in quindicesima e diciottesima posizione. Anche Macerata (15) cresce nella raccolta e raggiunge il sedicesimo posto. Catania, prima provincia insulare, guadagna la ventesima posizione con 12 tonnellate.