Hera, raccolta differenziata nei comuni serviti al 62,5% nel 2018

0
139
bidoni hera

(Sesto Potere) – Bologna – 5 novembre 2019 – Oggi , a Ecomondo, fiera di riferimento a livello internazionale per l’innovazione industriale e tecnologica dell’economia circolare in corso a Rimini, sono state presentate dai vertici del Gruppo Hera le principali novità nel campo dell’economia circolare. Il ruolo di Hera per lo sviluppo dell’economia circolare che solo nel settore rifiuti vale 12 miliardi di euro all’anno di fatturato. In particolare è stata presentata la nuova edizione del report della multiutility “Sulle tracce dei rifiuti”.  

bidoni hera

Il dossier evidenzia risultati importanti per la raccolta differenziata nel territorio servito da Hera, che nel 2018 ha raggiunto il 62,5%, un dato ben al di sopra della media nazionale, con un recupero pari al 92% del materiale complessivamente raccolto.

È quanto emerge dalla decima edizione di Sulle tracce dei rifiuti, il report di sostenibilità del Gruppo Hera dedicato alla trasparenza nella gestione dei rifiuti e all’economia circolare, verificato da un ente terzo DNV GL.

Sfogliando il report si può entrare nel dettaglio dei diversi materiali: si va dal vetro, con una raccolta pro capite di 37 kg e un riciclo che raggiunge il 96%, alla carta, con 65 kg raccolti per ogni abitante e una quota di materia effettivamente recuperata che tocca il 92%, passando per tanti altri materiali fra cui la plastica, con 31 kg raccolti per abitante e il 72% di materia portato a recupero.

Tomaso Tommasi di Vignano e Stefano Venier

Il report oltre che a oli vegetali, RAEE e, per la prima volta, ai tessili – che offre ulteriori approfondimenti dedicati a verde, organico, metallo, legno e ferro – propone un’ampia panoramica sul legame fra la qualità della raccolta differenziata effettuata dai cittadini e i benefici prodotti, sia dal punto di vista ambientale che da quello economico, con un risparmio annuo che nel 2018 è stato stimato in circa 32 euro a famiglia, pari al 13% della bolletta.

Importanti anche i risultati conseguiti da Hera rispetto ai target fissati a livello europeo: con un tasso di riciclo pari al 53% (+ 5 punti percentuali rispetto al 2017), il territorio servito da Hera è già molto vicino al target UE 2025, mentre con il 72% di imballaggi riciclati la multiutility ha già superato l’obiettivo UE al 2030, pari al 70%.

Nel report emerge come il Gruppo Hera, solo nel 2018, abbia aumentato la produzione di plastica proveniente da raccolta differenziata del 10% (obiettivo +30% al 2025) e la materia prima seconda prodotta del 7% (obiettivo +68% al 2025).

Hanno commentato il dossier   Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Esecutivo del Gruppo Hera , e  Stefano Venier, Amministratore Delegato del Gruppo Hera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here