(Sesto Potere) – Roma – 15 novembre 2021 – Pubblicata la classifica 2021 della qualità della vita a cura del quotidiano economico ItaliaOggi  e Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni, si tratta della 23esima edizione. Al primo posto si posiziona Parma, che guadagna ben 39 posizioni rispetto allo scorso anno. Seguono Trento, Bolzano, Bologna e Milano che si piazza al quinto posto.

Un importante balzo in avanti, oltre a Bologna e Milano, lo fanno nella classifica generale anche altre grandi città del Nord come: Torino, Trieste, Firenze e Verona.

Al contrario, Roma è l’unica tra le grandi città italiane ad essere fuori dal gruppo uno (quelle dei migliori) e a non guadagnare posizioni, perdendone anzi quattro (passa dal 50 al 54esimo posto).

Ultimi posti per province del Sud come Siracusa, Foggia, Napoli e Crotone che chiude la classifica sulla qualità della vita. A pesare sul risultato negativo è la componente legata ai servizi

Un discorso a parte meritano le realtà più piccole, e non solo quelle del Sud, che sembrano quest’anno scivolare lungo un piano molto inclinato. Tra le province che perdono maggiori posizioni troviamo infatti Como, L’aquila, Belluno, Udine, Varese, Rovigo, Prato, Benevento, Fermo, Rieti e Nuoro.

E rimane invece costante, anzi si accentua, la distanza tra le province del Nord e quelle del Mezzogiorno.

Basti pensare che tra le realtà del Centro-Sud solo Perugia, Macerata, Ascoli Piceno, Ancona, Terni, Grosseto e Fermo sono nella prima metà della classifica.
Mentre solo dieci province del Nord sono nella metà inferiore: Vercelli, Rovigo, Prato, Rimini, Como, Asti, La Spezia, Imperia, Pistoia e Alessandria.

Nelle singole classifiche Reggio Emilia è prima per tutela dell’ Ambiente, seguita da Pordenone, Mantova e Parma. 

Nella classifica dedicata all’ Istruzione ed alla formazione spiccano: Trieste, Bologna e Trento. 

E sempre il capoluogo emiliano, insieme a Bolzano, apre  la classifica nella categoria Affari e lavoro

Inoltre, nella classifica del Turismo e Tempo Siena supera Rimini, ed a seguire Aosta e Verbania-Cusio-Ossola.

Infine, nella classifica del Reddito e della ricchezza (ottenuta calcolando il reddito medio annuale pro capite, il reddito medio annuale pro capite dei lavoratori dipendenti, le pensioni medie e la ricchezza patrimoniale) figurano ai primi posti cinque province del Nord: Milano, Trieste, Bologna, Parma e Bolzano. Mentre le ‘più povere’ sono: Cosenza, Catania, Agrigento, Napoli e Crotone.

“La provincia di Parma prima assoluta in Italia per qualità della vita, Bologna quarta. L’Emilia-Romagna si conferma al vertice nel “Rapporto sulla Qualità della Vita in Italia 2021” di ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma. Tutte le province della regione valutate in positivo. Complimenti a sindaci e amministratori locali, donne e uomini al lavoro ogni giorno per le nostre comunità”: è il commento del governatore regionale dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.