Pulizia Monumento ai caduti di piazzale della Vittoria, Morgagni (Forlì e Co.) presenta segnalazione a Soprintendenza

0
299
celebrazioni 2 giugno

(Sesto Potere) – Forlì – 22 giugno 2020 – Durante il Consiglio comunale di lunedì scorso il gruppo consiliare Forlì e Co. ha interrogato la Giunta Zattini in merito ai lavori di pulizia del Monumento ai Caduti di piazzale della Vittoria svoltisi nell’imminenza delle celebrazioni del 2 giugno (vedi foto in basso).

morgagni

Nelle scorse settimane l’associazione Italia nostra, e con lei molti cittadini, avevano espresso preoccupazione rispetto all’intervento svolto in piazzale della Vittoria, sottolineandone i tempi rapidi -incompatibili con un’azione di restauro conservativo- e chiedendo di conoscere l’iter seguito per realizzarlo.

“Di tale preoccupazione ci siamo fatti interpreti durante il Consiglio – afferma in una nota Federico Morgagni, del gruppo consiliare Forlì e Co. – Il Monumento ai Caduti, che comprende fra l’altro i pregevoli altorilievi di Bernardino Boifava, è una parte importante del patrimonio artistico della nostra città e come tale rientra pienamente nella nozione di bene culturale. Pertanto qualsiasi intervento su di esso deve essere eseguito con estrema attenzione, sulla base di uno studio preliminare relativo ai materiali e allo stato di conservazione, e con la preventiva autorizzazione della Soprintendenza. Un’opera artistica non è un marciapiede o una strada, che possono essere sottoposti a vigorosi trattamenti di lavaggio e pulizia, bensì un bene comune, che il tempo può aver reso fragile e delicato, e che pertanto va trattato con le dovute precauzioni”.

“Con sconcerto e sorpresa – spiega Morgagni – abbiamo appreso che i lavori sono stati svolti senza autorizzazione né preventiva comunicazione alla Soprintendenza e che la pulitura di un monumento del 1932 è stata svolta senza alcuno studio preliminare e diagnostico sui rischi dell’intervento, le fragilità del bene e le modalità più corrette da adottare”.

celebrazioni 2 giugno

Tutto questo perché “l’intervento andava svolto con urgenza in vista delle celebrazioni del Due Giugno” : ha risposto la giunta.

“Una risposta a nostro parere ‘quasi grottesca’ – ha ribadito Morgagni -, come se la Festa della Repubblica fosse una cerimonia a sorpresa e non una ricorrenza fondamentale che il nostro Paese celebra ogni anno”.

Ritenendo che l’accaduto sia “inaccettabile” il gruppo consiliare Forlì e Co. ha chiesto alla giunta Zattini di fornire documentazione scritta di tutte le fasi dell’iter di pulitura , avvisando che presenterà una segnalazione alla Soprintendenza affinché proceda a verificare se il monumento abbia subito dei danni: “a causa di questo intervento maldestro e frettoloso” e quale sia eventualmente la loro entità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here