(Sesto Potere) – Forlì – 23 novembre 2022 – Lunedì il Presidente della Provincia di Forlì-Cesena Enzo Lattuca ha visitato i Comuni di Rocca San Casciano e Castrocaro Terme – Terra del Sole.

“Un incontro positivo con Pier Luigi Lotti, Sindaco di Rocca San Casciano (nella foto qui a lato) – spiega il Presidente Enzo Lattuca – all’insegna della buona relazione tra istituzioni. Tema centrale dell’incontro: l’attenzione sulla Vallata del Montone costituita di piccoli Comuni che cercano di contrastare lo spopolamento e mantenere servizi di comunità. Una grande opportunità è il riconoscimento dell’Area Interna dell’Appennino Forlivese e Cesenate di cui Rocca San Casciano insieme alla vicina Portico e San Benedetto fa parte e che porterà ingenti risorse economiche per impostare politiche di sviluppo nei prossimi anni. La Provincia ha già incontrato i nove Sindaci coinvolti con un ruolo di coordinamento per impostare la strategia e con un ruolo di ente attuatore con il primo finanziamento in arrivo sulle strade di 1 milione e 400 mila euro.”

L’incontro è proseguito con la visita al Comune di Castrocaro e Terra del Sole. Il Sindaco Francesco Billi (nella foto in alto) ha sottolineato come priorità la messa in sicurezza della SP54 che collega Castrocaro alla frazione di Pieve Salutare: strada di grande percorrenza da parte delle numerose aziende agricole ubicate nel comune.

“A differenza del passato le risorse ora ci sono – dichiara il Presidente Lattuca – quest’anno spendiamo sulle strade di competenza provinciale 5 milioni e 600 mila euro, nel 2023 altrettanti: entro fine mandato dovremmo aver colmato l’abbandono degli scorsi anni, dovuto alle mancate risorse economiche. Per realizzare questo “piano diffuso delle opere pubbliche” stiamo anche investendo sul personale: dopo anni di mancate assunzioni abbiamo impostato un programma importante di assunzioni che ci permetteranno di realizzare gli investimenti che abbiamo condiviso con i Comuni.”

“L’incontro con i Sindaci Lotti e Billi – conclude il Presidente Lattuca – è stata anche l’occasione di raccogliere una riflessione da parte degli amministratori sulla difficoltà di gestire in autonomia per i piccoli comuni i processi amministrativi e i servizi ai cittadini: è necessario rilanciare un confronto fra Comuni, Unioni, Aree Interne, Provincia e Regione sulle strategie del territorio.”