Progetto Esselunga, i Verdi: “Facebook ha oscurato nostro post su Mezzacapo”

0
297
Alessandro Ronchi, portavoce di Europa Verde Forlì

(Sesto Potere) – Forlì – 4 luglio 2020 – Due giorni fa il comunicato dei Verdi sulla variante urbanistica che contiene il progetto di insediamento del supermercato Esselunga a Forlì è stato cancellato dalla loro pagina Facebook e da quella di alcuni siti on line di informazione che lo avevo ripreso. A darne notizia, oggi, è la stessa federazione dei Verdi.

Alessandro Ronchi, portavoce di Europa Verde Forlì

La motivazione di FaceBook per rimuovere il post?

Le proteste ricevute. L’articolo era stato segnalato.

“Il fatto è inaudito, si è minato in questo modo uno dei diritti fondamentali assicurati a tutti i cittadini dalla Costituzione ed in particolare  il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. Riteniamo che sia stato messo in atto deliberatamente un intervento coordinato, attuato attraverso il lancio in simultanea attraverso una qualche piattaforma in uso per la propaganda politica, per far dichiarare a Facebook che un normale comunicato di critica fosse dichiarato ‘spam’ o qualcosa di non corrispondente al codice di comportamento del social”: spiegano i Verdi di Forlì in una nota.  

“Così facendo in modo surrettizio si è censurata la stampa, che, secondo Costituzione, non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure, e si è negato il nostro diritto  di espressione cercando di tapparci la bocca. Non abbiamo elementi di prova per attribuire la responsabilità di questa operazione alla Lega ma la coincidenza ci induce a pensar male”: ipotizzano i Verdi nel loro comunicato. 

Nel comunicato dei Verdi di due giorni fa gli ambientalisti chiedevano al vicesindaco Mezzacapo di “chiarire le vere motivazioni alla base della variante”.

“E noi gli rinnoviamo l’invito che avevamo lanciato – aggiungono i Verdi -. Purtroppo se con l’espediente appena descritto sono stati cancellati i comunicati dei Verdi pubblicati sulla propria pagina e su quelle di talune testate giornalistiche on line, di contro non sono stati affatto cancellati invece gli attacchi a testa bassa ed offensivi del vicesindaco Mezzacapo nei confronti dei Verdi che lo criticano per la valanga di varianti urbanistiche. Ma si sa noi non abbiamo la macchina organizzata definita ‘la bestia’ (la potente macchina social che dal 2014 sta dietro l’ascesa del leader della Lega Matteo Salvini, ndr) per fare disinformazione.  Ci limitiamo ad esporre democraticamente le nostre opinioni su atti pubblici compiuti dalla maggioranza e valutiamo con preoccupazione il metodo adottato nei nostri confronti”.

Per concludere i Verdi ribadiscono l’invito al vicesindaco , come “dovere politico”, di chiarire alla cittadinanza quali siano le vere motivazioni della variante che contiene il progetto del nuovo centro commerciale e allo stesso tempo gli chiedono pubblicamente di esprimere un parere sull’ attacco informatico subito dagli ambientalisti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here