Poste a Barbiano, Di Maio (Iv): “Servizio necessario, interpellata l’azienda”

0
135
PARLAMENTO Marco di Maio

(Sesto Potere) – Barbiano (Ra) – 21 ottobre 2020 – Nella fase più critica dell’ emergenza Covid19 Poste Italiane aveva sospeso totalmente il servizio postale dell’ufficio di Barbiano, nel comune di Cotignola, costringendo l’utenza a recarsi negli uffici territoriali limitrofi. Dopo il  lockdown, anziché riattivare il servizio come s’è disposto in altre filiali, Poste Italiane comunicato il nuovo orario che prevede un’unica apertura settimanale (il mercoledì dalle 8.20 alle 13.45) facendo temere gli utenti che questa scelta preceda la sospensione definitiva del servizio. I cittadini hanno protestato ed è in corso anche una raccolta firma che sostenerne la permanenza.

“Ho interpellato Poste Italiane direttamente affinchè si faccia carico della questione e, se si renderà necessario, interesseremo direttamente anche il Governo che è socio di riferimento dell’azienda”: afferma il deputato romagnolo Marco Di Maio (nella foto in alto) a seguito delle numerose segnalazioni a lui stesso indirizzate a proposito della riduzione del servizio postale a Barbiano.

“Il servizio postale a Barbiano va garantito anche se i numeri di bilancio riducono i ricavi economici a favore dell’azienda – afferma l’esponente di Italia Viva -. Non sono tollerabili i ritardi che si stanno registrando nella conseguenza degli atti giudiziari e le imprecisioni e irregolarità che si registrano negli avvisi di giacenza con la comunicazione di turni di apertura che non vengono garantiti. Oltre a tutto questo, in periodo di pandemia e con la facilità di trasmissione del virus che si sta riscontrando in queste ultime settimane, è davvero fuori luogo creare lunghe file d’attesa nell’unica mezza giornata di apertura settimanale. Oltre a creare disagi, espongono anche a un rischio potenziale che va evitato”.