Pompignoli “riattivare posto di Polizia di Cesenatico”

0
213

(Sesto Potere) – Cesenatico, 5 giugno. “L’accelerazione della campagna vaccinale e il contestuale allentamento delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica, stanno portando gli Amministratori locali della nostra Regione a programmare la ripartenza e a definire, con particolare riferimento alle località marittime della riviera romagnola, i protocolli di sicurezza pubblica necessari per la gestione dell’incremento dei flussi turistici. In questo contesto, è compito delle Istituzioni garantire le migliori condizioni possibili per fronteggiare le esigenze di sicurezza e ordine pubblico. Riaprire è necessario ma è altrettanto necessario farlo in sicurezza garantendo elevati indici di controllo e il rispetto di tutte le normative anti-covid”.

Sono queste le parole del consigliere regionale, Massimiliano Pompignoli, firmatario di un’apposita risoluzione depositata in assemblea regionale in queste ore.

Nel testo l’esponente della Lega chiedere alla giunta del governatore Bonaccini di “attivarsi presso ogni livello istituzionale ed in particolare a sollecitare il Ministro dell’Interno affinché sia scongiurata la chiusura del presidio estivo di Polizia di Stato ubicato a Cesenatico nei locali di Via Leonardo da Vinci, facendosi portavoce delle istanze del territorio e di tutte le amministrazioni locali coinvolte.”

“Il bacino turistico di Forlì-Cesena è pronto ad accogliere milioni di presenze dopo una lunga fase di restrizioni. La chiusura del presidio di Via Da Vinci non può che destare grande preoccupazione tra le forze politiche, economiche e sociali del territorio perché per molti anni è stato un punto di riferimento imprescindibile per la sicurezza dei cesenaticensi” – chiosa Pompignoli che affronta il tema dell’escalation di aggressioni, risse e scontri tra bande e gruppi di minori nel comprensorio cesenaticense, orfano da circa due anni del presidio estivo della Polizia di Stato – “per questa ragione, è necessario agire con urgenza e facendo squadra per dotare Cesenatico di uomini e risorse al servizio della pubblica incolumità”.