(Sesto Potere) – Fratta Terme (Bertinoro) – 12 gennaio 2023 – “Il Progetto sperimentale di educazione all’aperto del Polo di Fratta Terme – introduce la coordinatrice pedagogica del Polo 0-10 per l’infanzia, D.ssa Fabiola Crudeli, – nasce con l’obiettivo di creare sia una continuità verticale tra i vari plessi, che orizzontale con i genitori e le famiglie, favorendo lo sviluppo di una piccola comunità educante che dialoga, riflette e si confronta. Un percorso che inizia per il bambino al nido e continua alla scuola dell’infanzia per terminare alla primaria. Il progetto coinvolge tre plessi di Fratta Terme: Nido 44 gatti, Scuola infanzia M. Ventre, Scuola Primaria G. Mattarelli”.

La D.ssa Fabiola Crudeli continua:- “ è un progetto innovativo e unico nella nostra Regione. Attraverso momenti di formazione e incontri tra e con i personale docente vogliamo condividere metodologie e didattiche di apprendimento che possano dare una continuità allo sviluppo armonico del bambino rispettandone la propria individualità.” e conclude: “L’obiettivo è di generare connessioni tra educatori del nido ed insegnanti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria per fare scuola in continuum, come un’alleanza educativa che restituisce al bambino la sua centralità nei processi di apprendimento, rendendolo capace di porre domande, di indagare il mondo e di costruire il proprio sapere. Una nuova cultura dell’infanzia, che tiene conto degli specifici bisogni dei tre plessi ubicati nel meraviglioso del territorio di Fratta Terme, che vede impegnato in questo processo anche l’amministrazione comunale che sostiene il Progetto.”

L’Assessora alle politiche educative del Comune di Bertinoro Sara Londrillo conferma: “L’Amministrazione Comunale di Bertinoro in sinergia con l’Istituto Comprensivo ha creduto e investito risorse nell’Educazione all’aperto già da alcuni anni: sono stati realizzati una serie di interventi per “convertire” ed “adeguare” in ottica Outdoor gli spazi scolastici in particolare i giardini della Scuola Primaria di Fratta Terme e di Santa Maria Nuova grazie anche a un co-finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmi di Forlì. Sono stati installati pergolati, gazebo, panche, tavoli, giochi e armadietti da esterno per contenere stivaletti. Il progetto si è avvalso anche della consulenza di esperti esterni come il Prof. Roberto Farnè grazie all’Accordo di collaborazione con il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita dell’Università di Bologna e di architetti specializzati in progettazione di spazi verdi come Matteo Battistini e Claudia Crociani.

Per l’anno scolastico 2022/23 sono state attivate le azioni per lo sviluppo del progetto.

La costituzione del gruppo di lavoro formato dalle referenti del progetto: Noemi Ravaioli educatrice del nido, Ester Seneca insegnante della scuola dell’infanzia, Cristina Ruffilli, insegnante della primaria e la coordinatrice psicopedagogica dott. Fabiola Crudeli.

La formazione delle insegnanti sulle fiabe di H. C. Andersen con il Prof. Nicola Pace e l’apprendimento attraverso l’orto con l’insegnante Cinzia Rustignoli. La realizzazione di una brochure e di un logo per promuove il Polo, il cui logo è stato ideato dagli studenti e studentesse della primaria di Fratta.

Parole chiave del progetto: Outdoor education, Territorio/Paesaggio e Narrazione.

Aggiunge la sindaca di Bertinoro Gessica Allegni : “anche il Piano dell’Offerta Formativa, finanziato con fondi comunali, è caratterizzato da proposte di Associazioni e Comitati del territorio su tematiche che riguardano l’educazione all’aperto: progetti in natura, esperienze della scuola all’aperto nei giardini, laboratori e lettura a tema, scoperta del modo rurale e della fattoria, creazione e cura di orti per una alimentazione sana e consapevole, attività a salvaguardia delle risorse naturali, mobilità sostenibile, riciclo dei rifiuti, tutela delle acque, adattamento ai cambiamenti climatici. In particolare per il Polo di Fratta Terme è stata attivata la formazione dell’Orto in condotta di Slow Food per tutte le insegnanti della Scuola dell’Infanzia, la visita all’area dello Spinadello per le classi 4° e 5° della Primaria e il progetto del “Bosco nascosto di Fratta”, promosso da Terme Valley Sport SSD, per tutte le sezioni dell’Infanzia e le classi della Primaria.”

La Dirigente Scolastica Gabriella Garoia ringrazia tutto il Personale Docente e non Docente del Polo di Fratta Terme, grazie al cui impegno il progetto ha potuto nascere e svilupparsi ed esprime viva gratitudine nei confronti del Ministero che, attraverso l’Avviso “Edugreen: laboratori di sostenibilità per il primo ciclo”, a cui l’Istituto ha partecipato, ha messo a disposizione della scuola la somma di 25.000 euro, finalizzati proprio a realizzare o risistemare orti didattici e giardini a fini didattici, innovativi e sostenibili, a riqualificare giardini e cortili, trasformandoli in ambienti di esplorazione e di apprendimento delle discipline curricolari, delle scienze, delle arti, dell’alimentazione, degli stili di vita salutari, della sostenibilità, favorendo nelle alunni e negli alunni una comprensione esperienziale e immersiva del mondo naturale e una educazione ambientale significativa e duratura”.

“Attraverso la declinazione Outdoor del Polo di Fratta Terme, auspichiamo che gli spazi ampi e curati di cui le nostre scuole dispongono, consentano di poter apprendere in modo cooperativo, favorendo, nei nostri alunni, l’assunzione di responsabilità nei confronti dell’ambiente e dell’ecosistema. Imparare nella Natura ed attraverso Essa può, infatti, generare un impatto emotivo positivo e gratificante. La cura di questi spazi scolastici può anche implementare il coinvolgimento dei genitori e dei volontari, rafforzando il ruolo della scuola nella comunità”.

Nella foto in alto da sinistra: le docenti Erika Pantieri e Antonella Nicosanti, la Dirigente dell’Istituto Comprensivo Prof.ssa Gabriella Garoia, la Sindaca Gessica Allegni, l’Assessora Sara Londrillo, Noemi Ravaioli del nido44Gatti, Fabiola Crudeli coordinatrice psicopedagogica e Veruska Eneidi Responsabile Settore Att. Sociali e Scolastiche.