(Sesto Potere) – Forlì-Cesena, 3 gennaio. Con un emendamento presentato dal consigliere regionale Massimiliano Pompignoli alla nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2022 (DEFR), la Regione ha inserito tra gli strumenti attuativi del proprio mandato il potenziamento dei presidi estivi di polizia locale.

Il testo, approvato all’unanimità in una delle ultime sedute dell’Assemblea Legislativa, prevede che “la crescita e la valorizzazione delle Polizie Locali avvenga anche attraverso il potenziamento dei presidi estivi”.

“Le polizie locali – spiega Pompignoli – costituiscono un importante presidio di sicurezza per i cittadini della nostra Regione. Rappresentano le principali e più diffuse strutture di ordine pubblico a livello territoriale, collocandosi in tutte le Provincie e nel 97% dei Comuni dell’Emilia Romagna. La loro capillarità va dunque custodita e valorizzata. Negli ultimi anni purtroppo abbiamo assistito alla chiusura ingiustificata di alcuni presidi estivi strategici per la nostra riviera. L’incremento di presenze che si registrano in quel periodo nelle località balneari suggerirebbe un aumento degli strumenti di sicurezza piuttosto che un loro indebolimento. Molto spesso, invece, a prevalere sono logiche burocratiche, tagli lineari e una scarsa conoscenza del territorio.

Tutti questi elementi” – conclude Pompignoli – “portano a chiusure o depotenziamenti che nulla hanno a che vedere con l’esigenza di garantire la tutela dell’ordine pubblica. L’approvazione di questo emendamento, condiviso con tutte le forze politiche regionali, ci permette di guardare con rinnovata fiducia al futuro, alla sostenibilità e alla qualità di questo importante servizio”.