(Sesto Potere) – Forlì – 28 gennaio 2022 – Delegazione Ugl a colloquio – questa mattina in Municipio – con il vicesindaco, Daniele Mezzacapo. S’è discusso dello stato della Polizia locale dopo l’uscita di Forlì dall’Unione dei Comuni, delle funzioni apicali del corpo, a partire dal ruolo del Comandante, fino alle mansioni ed alle retribuzioni assegnate ai funzionari ed al personale.

Presenti all’incontro per il sindacato: Filippo Lo Giudice, segretario territoriale Ugl Romagna e Francesco Petrucelli, componente del direttivo provinciale Forlì-Cesena del sindacato Ugl, comparto Autonomie Locali (nella foto in alto).

Chiesta l’ introduzione del limite d’età per i servizi serali e notturni, la regolamentazione dei rimborsi ad opera dei privati organizzatori di eventi che hanno previsto o prevederanno l’impiego di personale del corpo, è stato fatto presente che dopo il ritorno dall’Unione persiste una significativa aliquota di personale che non ha ottenuto le spettanti progressioni economiche.

L’Ugl ha sottolineato, inoltre, l’opportunità di ridefinire la struttura burocratico/amministrativa del comando e di provvedere all’assunzione di nuove unità.

Da parte sua il vicesindaco Mezzacapo ha preso visione di queste tematiche assumendo a nome dell’amministrazione l’impegno di approfondirli e di trovare in tempi brevi una soluzione di cui si discuterà in un prossimo incontro, tenendo conto che già su numerosi punti indicati dall’Ugl c’è “piena condivisione”.

E proprio in questa fase delicata di riorganizzazione della Polizia locale – in consiglio comunale è stato approvato il nuovo regolamento del corpo – il vicesindaco Mezzacapo ha infine confermato l’assunzione a stretto giro di otto nuove unità.