Pillole di Resilienza al tempo del Covid: nuovo format di Deborah Annolino

0
309
Deborah Annolino

(Sesto Potere) – Bologna – 25 gennaio 2021 – AD Maiora: Pillole di Resilienza è il nuovo format televisivo nato nel 2020, anno della Pandemia ma anche della necessità di reinventarsi con creatività. Creatività come parola d’ordine per ripensare e riadattarsi al nuovo contesto socio-economico. L’ideatrice del format è Deborah Annolino, nella foto in alto, giornalista e ideatrice a Bologna dello Studio AD Communications.

Tema centrale delle pillole è la resilienza ovvero la capacità di reagire alle avversità, di resistere alle sfide e agli eventi improvvisi cui la vita ci mette di fronte. Non è un caso se il logo del format è il loto, fiore simbolo per eccellenza della resilienza. Conla narrazione complessa del giornalismo costruttivo e del constructive network di cui la giornalista fa parte, si sviluppano le pillole di resilienza che si concluderanno nel mese di gennaio, almeno per la prima serie.

AD Maiora – spiega l’ideatrice Deborah Annolino – nasce come risposta di adattamento nell’anno segnato dalla pandemia, dove ripensare modelli di comunicazione, organizzativi e di gestione è stata l’unica alternativa possibile per andare avanti. Molto dipende dall’atteggiamento con cui guardiamo il mondo e con cui creiamo le relazioni sociali, online e offline. Con la perseveranza e soprattutto la fiducia è possibile impegnarsi per superare le sfide con cui la vita ci mette alla prova. I temi raccontati in AD Maiora riguardano la nostra società e spaziano dalla salute, all’arte, dalla cultura alle imprese sostenibili. In ogni puntata c’è un ospite/testimone sempre diverso. Ciò che non cambia sul piano tecnico è la brevità dei video e su quello semantico e simbolico, lo “sguardo”, rivolto al futuro, il linguaggio in chiave positiva, l’accento sui valori del coraggio e della fiducia. Senza alcuna pretesa mi auguro che queste pillole di resilienza possano aiutarci a riflettere e a trovare, nel nostro cammino, nuovi spunti per riflettere e guardare al futuro con più ottimismo”.

GUARDA LA NUOVA PUNTATA “La Rivoluzione digitale nell’arte”

È possibile rivedere tutte le pillole della prima serie qui