(Sesto Potere) – Piacenza – 29 dicembre 2022 – Venerdì scorso il Prefetto di Piacenza Daniela Lupo ha sottoscritto due Intese per la legalità rispettivamente con il Presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza e con il Sindaco del Comune di Pianello Val Tidone.

Come noto, si tratta di protocolli finalizzati a estendere i controlli antimafia sulle imprese appaltatrici e subappaltatrici di opere e di servizi con le pubbliche amministrazioni a salvaguardia dell’economia legale.

Ad oggi sono 30 le Intese vigenti in questa provincia – delle quali 28 con altrettanti Comuni compreso quello di Piacenza e una con l’Azienda U.S.L. – che si avvalgono di un testo innovativo appositamente redatto dalla Prefettura-U.T.G. e approvato dal Ministero dell’Interno, frutto di interlocuzioni e approfondimenti con le amministrazioni interessate, che contempla una sensibile diminuzione delle soglie di valore, rendendo più frequente e più incisiva l’attività di controllo sulla integrità delle imprese che contraggono con le pubbliche amministrazioni.

In più l’Intesa sottoscritta con il Comune di Pianello Val Tidone – al pari della già sottoscritte Intese con i Comuni di Cerignale e di Corte Brugnatella – contempla soglie di valore specificamente ridotte e adeguate agli importi degli appalti normalmente stipulati dai piccoli Comuni, mentre l’intesa stipulata con il Consorzio di Bonifica mira a mettere in sicurezza l’intensa attività dell’Ente in questa stagione di appalti PNRR.

A queste intese se ne aggiungono altre due recentemente stipulate a livello locale con Confindustria e Associazione Nazionale Costruttori Edili-A.N.C.E. al fine di assicurare una maggiore tutela anche alla imprenditoria privata.

Nelle foto la sottoscrizione con il Sindaco del Comune di Pianello Val Tidone Gianpaolo Fornasari e con il  Presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza Luigi Bisi