(Sesto Potere) – Piacenza, 3 gennaio 2023 – A seguito di una complessa attività di accertamento iniziata nel marzo 2022, i funzionari ADM-Agenzia delle Dogane e dei Monopoli  dell’Ufficio di Piacenza hanno constatato numerose difformità doganali ed altrettante irregolarità sulla sicurezza di 300 monopattini elettrici importati, di origine e provenienza cinese.
Non soltanto i monopattini non risultavano avere la dichiarazione di conformità obbligatoriamente prevista dall’apposita direttiva europea, ma veniva anche riscontrata una difformità riguardo alle dimensioni della ruota posteriore, il cui diametro era pari a 16,5
centimetri anziché ai 20 indicati sulla ruota stessa.
Inoltre, il regolatore di velocità superava del 12,4% il limite obbligatorio consentito per le aree pedonali e, in violazione delle norme nazionali che consentono l’uso di tali dispositivi solo ai maggiori di anni 14, veniva anche rilevata l’etichettatura di 9 anni quale età consigliata per la
conduzione dei monopattini, nonostante la velocità indicata del veicolo fosse pari a 20 km orari.
I monopattini elettrici sono stati pertanto sottoposti a sequestro cautelare per la successiva confisca e alla società, sanzionata al pagamento di 24 mila euro, è stata ordinata la distruzione dei dispositivi sotto vigilanza doganale dell’autorità competente a livello locale (Prefettura di
Piacenza).
Tale circostanza dimostra ancora una volta l’attenzione per la sicurezza e la salute dei soggetti più deboli come i bambini nonché il presidio di controllo alle frontiere anche a tutela della sicurezza stradale e della circolazione, visti i numerosi episodi di cronaca di incidenti coinvolgenti conducenti a bordo di monopattini elettrici.