Piacenza, attivato sistema per lettura targhe

0
381

(Sesto Potere) – Piacenza – 2 dicembre 2020 – Ieri pomeriggio il Prefetto di Piacenza Daniela Lupo, in qualità di Autorità provinciale di pubblica sicurezza, responsabile dell’ordine e della sicurezza pubblica con compiti di coordinamento e raccordo delle azioni tra gli organi statali e quelli delle autonomie locali nonché in considerazione dello specifico ruolo assegnato dalla normativa in tema di sicurezza urbana, e il Sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri hanno sottoscritto il Protocollo di intesa per la gestione dei sistemi di lettura targhe videosorveglianza del Comune di Piacenza, con la partecipazione del Questore di Piacenza, Filippo Guglielmino e del Comandante provinciale dei Carabinieri, col. Paolo Abrate. Presente anche il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, col. Daniele Sanapo.

Tale protocollo si innesta nelle attività ed iniziative realizzate in sinergia dalla Prefettura con il comune di Piacenza e i Vertici provinciali delle Forze di Polizia tese a dare risposta alla sempre crescente domanda di sicurezza dei cittadini mediante la predisposizione di idonei strumenti di prevenzione quali, ad esempio, i sistemi integrati di videosorveglianza nei luoghi pubblici che supportano le attività preventive ed info-investigative, anche in chiave repressiva, delle Forze di Polizia.

Dopo l’approvazione in sede di Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e a seguito di una complessa attività istruttoria e tecnica recentemente terminata con il positivo superamento della fase di test di collegamento tra il locale sistema di lettura targhe e il Sistema di Controllo Nazionale Targhe e Transiti (S.C.N.T.T.) che con l’Intesa di oggi verrà reso operativo.

Il sistema di lettura targhe e la videosorveglianza di contesto del comune di Piacenza prevede che le telecamere posizionate lungo le arterie principali di accesso al territorio comunale risultino finalizzate, in via prioritaria, a: prevenire fatti criminosi attraverso un’azione di deterrenza correlata alla presenza di telecamere di contesto delle aree pubbliche; favorire la repressione di fatti criminosi qualora avvengano nelle zone controllate dalle telecamere; sorvegliare in tempo reale zone che di volta in volta presentano particolari elementi di criticità, in concomitanza di eventi e manifestazioni di rilievo per l’ordine e la sicurezza pubblica e/o per l’incolumità dei cittadini, compresi quelli che richiedono interventi anche di protezione civile.

Il protocollo potrà essere sottoscritto anche da altri Comuni o enti pubblici ove intenderanno aderirvi.

Foto: da sinistra al tavolo : Comandante provinciale dei Carabinieri, col. Paolo Abrate, Sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, Prefetto di Piacenza, Daniela Lupo e Questore, Filippo Guglielmino.