(Sesto Potere) – Roma – 26 ottobre 2022 – Oggi presso il MoMeC – Montecitorio Meeting Centre, a Roma, s’è svolta la presentazione della ricerca “Gli italiani e il mondo della pesca tra sostenibilità, salubrità, informazione e disinformazione”, promossa da UGL Agroalimentare e realizzata dall’Istituto demoscopico Lab21.01.

Presentazione della ricerca UGL Agroalimentare“Gli italiani e il mondo della pesca tra sostenibilità, salubrità, informazione e disinformazione”

Il rapporto accende un faro importante su un comparto fondamentale per il Paese quale il mondo della pesca.

“La crisi energetica e l’aumento abnorme dell’inflazione stanno colpendo duramente i nostri pescatori minacciando l’intera filiera”: spiega l’Ugl.

Lo studio evidenzia come da una parte: gli italiani siano sensibili al tema della pesca sostenibile e salubre, caldeggino la salvaguardia dell’habitat naturale e dei fondali ed evitando il sovra-sfruttamento di alcune specie marine, ma dall’altra: avvertano la necessità di ricevere più informazioni sul settore ittico. Auspicando maggiori informazioni nei supermercati e nei punti vendita.

Più nel dettaglio: per l’80% degli italiani è importante che i prodotti ittici consumati e/o acquistati non appartengano a specie sfruttate, siano pescati con metodi artigianali e provengano dal Paese di origine in modo da evitare lunghi percorsi di trasporto fino alle tavole.

“Come Ugl auspichiamo un confronto con il Ministero del Sud e del Mare per discutere delle misure volte a sostenere i lavoratori e rilanciare il comparto”: chiosa il sindacato.

Alla presentazione dello studio (vedi foto in alto) sono intervenuti:  Francesco Paolo Capone, Segretario Generale UGL; Paolo Mattei, Segretario Nazionale UGL Agroalimentare e Carla Ciocci, Segretario Nazionale UGL Pesca.

Interventi anche di: Francesco Battistoni, deputato e già Sottosegretario al Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali; Riccardo Rigillo, Direttore Generale della pesca marittima e dell’acquacoltura al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali; Roberto Baldassari, Professore Università Roma Tre; e Claudio Durigon, senatore e già Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.