Pesca, l’impegno del Pd Emilia-Romagna per imprese e prodotti dell’Adriatico

0
185
navi da pesca

(Sesto Potere) – Bologna – 5 maggio 2021 – Lia Montalti, Consigliera segretario dell’Assemblea Legislativa con delega alle politiche europee e la Capogruppo Pd in Emilia-Romagna Marcella Zappaterra intervengono in vista della Sessione europea 2021 a sostegno del mondo della pesca e della transizione ecologica della cosiddetta blue economy.

Marcella Zappaterra

Le consigliere democratiche hanno infatti presentato un emendamento alla risoluzione che sarà discussa in Assemblea Legislativa e che tradizionalmente viene proposta dal Presidente della I Commissione assembleare su mandato della commissione stessa.

“Con questo emendamento esplicitiamo il nostro indirizzo all’Unione Europea. Siamo convinte che in tema di pesca non serva una regolamentazione rigida e centrale incapace di tenere conto delle specificità e dell’andamento dei risultati a livello locale. – spiegano – Raccogliamo l’appello di tutte le sigle sindacali del settore pesca di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Emilia-Romagna e Marche che rimarcano le peculiarità dell’Alto e Medio Adriatico e segnalano che con le nuove norme europee che tagliano le giornate di pesca, le imprese del settore stanno registrando un -20% di fatturato. Con un rischio di chiusura di otto imprese su dieci”.

Il Regolamento Ue per il Mediterraneo Occidentale, approvato nel 2019, aveva introdotto nuovi modelli di gestione che impongono l’obbiettivo del cosiddetto massimo rendimento sostenibile, attraverso progressive riduzioni dei giorni di pesca e della capacità delle flotte. Nei prossimi anni sono inoltre previste ulteriori limitazioni.

Lia Montalti

“La proposta che ci sembra possa consentire il giusto equilibrio tra la sostenibilità delle risorse marine e la tenuta economica degli operatori è quella di valutare attentamente e nel merito le conseguenze delle progressive riduzioni dei giorni di pesca e della capacità delle flotte, anche attraverso una valutazione puntuale sugli esiti prodotti dalle giornate di fermo aggiuntivo previste dai decreti ministeriali” puntualizzano Montalti e Zappaterra.

“Confermiamo il nostro impegno e quello del Partito Democratico in Regione Emilia-Romagna a sostegno delle imprese ittiche. Proprio in questi giorni è partito il bando che garantisce con 400mila euro un sostegno una tantum come parziale ricompensa ai danni subiti per la moria delle vongole verificatasi tra fine settembre e inizio ottobre nelle acque tra i lidi di Comacchio e la costa romagnola. Un gesto concreto di vicinanza alle imprese ittiche che nei territori costieri sono un essenziale volano produttivo e occupazionale”.