(Sesto Potere) – Bologna – 15 dicembre 2021 – La Regione Emilia-Romagna potenzia il sistema del tracciamento in Emilia-Romagna, anche attraverso l’assunzione del personale necessario già a partire da gennaio 2022. Una attività che viene ritenuta fondamentale per contrastare il virus.

E in particolare per arginare la sua penetrazione anche in ambito scolastico e garantire le lezioni in presenza.

Dai primi di gennaio, infatti, sarà rafforzata la rete dei sanitari che, nell’ambito delle azioni di contrasto alla pandemia da Civid-19, saranno impegnati a seguire la catena dei possibili contagi.

L’assessorato regionale alle Politiche per la Salute dell’Emilia-Romagna sta lavorando in tal senso, in attesa che si definisca, da parte della struttura del Commissario straordinario nazionale guidata dal generale Figliuolo, quale potrà essere l’apporto di personale militare che potrà essere impiegato sul tracciamento, anche in Emilia-Romagna.

L’assunzione di personale, spiega l’assessorato, avverrà in deroga al blocco delle assunzioni deciso nell’ambito del confronto in corso fra tutte le Regioni e il Governo, al quale è stato chiesto di garantire a pieno la copertura dei costi di gestione della pandemia, in quanto attività direttamente collegata alla lotta al Covid-19, quindi non rientrante nel blocco.