Per 56% Italiani UE più debole alla fine dell’epidemia

0
212
parlamento europeo

(Sesto Potere) – Roma – 20 aprile 2020 – E come viene considerato il ruolo dell’Europa in questa emergenza sanitaria?  S’è data prova di cooperazione globale tra i Paesi del G7 per contrastare l’epidemia? Il 51% delle persone nel G7 la considera molto o abbastanza buona. Il dato più alto è in GB (63%, +1) e Canada (59%, -12) e negli Stati Uniti (59%, -6). Ai cittadini dei paesi europei del G7 (Francia, Germania, Italia e Gran Bretagna) è stato chiesto di valutare la cooperazione tra i paesi europei. Il 51% la ritiene buona o abbastanza buona (-2), ma per l’Italia il dato scende al 30% (-1).

parlamento europeo

Il 52% dei cittadini europei del G7 (il 45% degli Italiani) confida nel lavoro dell’Unione Europea, ritenendola in grado di prendere le giuste decisioni per il futuro e per contrastare l’epidemia. Ma il 43% dei cittadini europei (il 56% degli Italiani) ritiene che l’Unione Europea sarà più debole alla fine dell’epidemia, rispetto al 19% che afferma che sarà più forte (il 14% in Italia), al 27% (il 21% in Italia) che pensa che il suo potere rimarrà invariato e l’11% che ha risposto non lo sa (9% in Italia).

Questi alcuni dati, in sintesi, contenuti nella seconda wave (leggi anche questa notizia) dello studio sull’impatto del Coronavirus sulla società e sulla popolazione dei Paesi del G7 elaborato da Kantar, azienda leader in ricerca e insight, consulenza e data management.  Uno studio condotto online, su oltre 7000 cittadini, per rispettare i protocolli di distanza sociale, indagando l’atteggiamento personale, l’influenza del Covid nel contesto finanziario e domestico, la fonte di informazioni più attendibile e la percezione dei potenziali interventi dei Paesi e dei governi di contrasto al Covid19.

Tornando al sondaggio… Vi è un aumento delle persone all’interno dei paesi del G7 che considerano buono il modo in cui i cittadini si stanno comportando per fronteggiare il Covid, passando dal 52% al 60%. L’84% (-1) delle persone nel G7 pensa che chiedere alle persone di rimanere nelle proprie case il più possibile sia efficace per ridurre la diffusione del Coronavirus. Ed il 64% (+9) evita le visite a parenti, amici, anziani e persone vulnerabili. Il dato più alto è in Italia (82%) e più basso in Giappone (42%).

 Infine, come fonte di notizie considerata per quanto riguarda il virus la TV rimane la più affidabile in Giappone (46%, stabile), Italia (35%, -2), Francia (34%, +1), Germania (33%, +2 ). In Gran Bretagna, governo e politici (28%, +4), notiziari TV (28%, stabile) sono considerati ugualmente come la fonte più affidabile di informazioni utili e il 30% (+3) delle persone in Canada pensa che governo e politici siano i più affidabili. Mentre negli Stati Uniti, il sistema di assistenza sanitaria è considerato il più affidabile al 31% (nessun cambiamento rispetto a Marzo).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here