(Sesto Potere) – Bologna – 22 novembre 2021 – “Sul People Mover ora si apre una fase nuova. Marconi Express ha inviato nei tempi richiesti il documento che contiene indicazioni sulle manutenzioni e le mitigazioni ambientali. Bene, ma non basta”.  Così l’assessore regionale a Mobilità e Trasporti, Andrea Corsini, dopo aver ricevuto il piano operativo delle manutenzioni straordinarie da parte di Mex, realizzato in collaborazione con i soci Integra e Tper.

andrea corsini

“Finalmente sono messi nero su bianco alcuni impegni chiari- prosegue Corsini-, come le manutenzioni sull’infrastruttura, sui veicoli e sulla tecnologia. Impegni tardivi, ma voglio cogliere l’impegno di Mex a renderli davvero operativi e concreti. Però su alcuni punti bisogna fare di più. In particolare, non si deve condizionare la regolarità del servizio alla necessità di fare le manutenzioni necessarie. In altre parole: si deve fare manutenzione, ma non si deve interrompere il servizio per tempi prolungati”.

“Uno stop di 2-3 settimane per alcuni interventi è davvero troppo- aggiunge l’assessore- così come la messa in esercizio definitiva di tutte e tre le navette entro fine gennaio 2022. Sono tutte manutenzioni che si devono fare senza incidere troppo pesantemente sul servizio. Infine, per quanto riguarda la riduzione del costo del biglietto in caso di uso di bus sostitutivo per più giorni, aspettiamo di conoscere le modalità che Marconi Express si è impegnato a fornirci entro il 10 dicembre”. 

Gli impegni presi da Marconi Express

Ecco gli impegni che Marconi Express ha messo nero su bianco nei documenti inviati alla Regione.

Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria dell’infrastruttura, è prevista l’installazione di ritegni (dispositivi che hanno la funzione di impedire il movimento o lo scorrimento) sulle pile della via di corsa.

Previsto anche, secondo Mex, l’intervento su sette giunti.

Per quanto riguarda la situazione relativa al trattamento (resina) utilizzato per l’aderenza – che non comporta però alcun problema di sicurezza – sono state avviate diverse azioni, tra cui l’impiego di un dispositivo (carrellino) del coefficiente di attrito già provato,  la sperimentazione su campo prova di resine di maggiore durata, lo studio per la rimozione della resina e realizzazione sulla via di corsa metallica di scanalature analoghe a quelle impiegate nelle metro su gomma per cui sono in corso analisi di fattibilità.

Inoltre, entro aprile 2022 saranno completate opere di mitigazione acustica senza impatto sulla circolazione delle navette.

Per quanto riguarda le navette, entro la fine di gennaio 2022 sarà rimessa in esercizio la terza.

Nel mese di marzo 2022 saranno invece installati sulle navette hardware e software “Winter Mode” (per ridurre la velocità in caso di condizioni atmosferiche avverse) e joystick (per riportare da remoto un veicolo in stazione in caso di avaria).

In caso di interruzione del servizio, entro tre ore dal guasto una squadra operativa di tecnici garantisce l’inquadramento della situazione e la definizione di una strategia risolutiva all’interno delle procedure definite o di quelle comunque ammissibili.
Gli utenti verranno informati attraverso messaggi fonici, display informativi e avvisi web, gestiti direttamente dalla Centrale operativa di Marconi Express.

Infine, Mex riconoscerà indennizzi in caso di prolungato utilizzo del mezzo sostitutivo, in particolare ai pendolari abbonati.

criteri saranno oggetto di una proposta dettagliata e verranno presentati entro il prossimo 10 dicembre.