Patologie croniche, apre nuova Casa della Salute, la 6^ nel Distretto di Forlì

(Sesto Potere) – Forlì – 4 dicembre 2019 – Dalla sinergica collaborazione tra Distretto di Forlì dell’Azienda USL della Romagna, Forlifarma SPA, e Nucleo di Cure Primarie (NCP) “Forlì 2” prende avvio un progetto finalizzato principalmente a potenziare la presa in carico integrata e proattiva delle patologie croniche.  Nel primo piano di Via Risorgimento n. 281, ristrutturato grazie al contributo di Forlifarma SPA (proprietaria dell’immobile),   con un investimento di circa 150 mila euro,   sono  presenti ulteriori ambulatori per i Medici di Medici Generale del NCP “Forlì 2”, ed un servizio infermieristico dell’Azienda USL, per il potenziamento delle attività dell’ambulatorio infermieristico per la gestione integrata delle patologie croniche.  

“Ringrazio tutti e sono particolarmente orgoglioso di presentare questo progetto – ha spiegato l’amministratore unico di Forlifarma, Franco Sami –  La Regione ha riconosciuto  in questi giorni come Casa della Salute questo nucleo,  che copre oltre 450 metri quadri ed è frequentato da circa 20 mila pazienti all’anno.”

“Anche io sono orgoglioso di presentare questa realizzazione – aggiunge il dottor Stefano Boni, direttore del Distretto di Forlì – che era stata pensata dal mio predecessore Lucio Boattini. Questa è solo  la prima tappa del progetto di salute per la città, il successivo passaggio sarà la Casa della Salute vicino alla stazione.  Questo progetto si configura pienamente come una Casa della Salute a bassa complessità assistenziale, secondo i requisiti regionali dell’Emilia-Romagna. La procedura di riconoscimento è già stata avviata. Questa nuova Casa della Salute, la sesta nel Distretto di Forlì, potrà essere collegata funzionalmente alla futura Casa della Salute urbana di alta complessità assistenziale, il cui progetto di fattibilità è in discussione. L’ambulatorio infermieristico , presente in questo nucleo  per la gestione integrata della cronicità è rivolto a tutti gli assistiti dei 15 Medici di Medicina Generale del NCP”Forlì 2″ affetti da diabete mellito tipo II, scompenso cardiaco e broncopneumopatica cronica ostruttiva (BPCO), nonchè ai pazienti cronici complessi (con più patologie croniche). Tra gli sviluppi futuri è già stata definita la presenza di medici specialisti (es. endocrinologo, cardiologo, pneumologo), soprattutto nell’ambito dei percorsi assistenziali per la cronicita’.  ” 

“Siamo un gruppo molto coeso – ha chiarito il cordinatore medico del Nucleo di Cure Primarie, dottor Marco Ragazzini – e abbiamo lavorato con molto entusiasmo a questo progetto per i nostri pazienti e per la città”.

“Un’ inaugurazione del genere è sempre una ricchezza per la nostra città – ha detto Gianluca Zattini, Sindaco di Forlì –  e il sindaco vuole essere un punto di raccordo per tutte le professioni sanitarie. Fra pochi mesi festeggeremo anche l’importante arrivo del corso di laurea di Medicina a Forlì”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *