(Sesto Potere) – Parma – 4 aprile 2021 – Un’articolata attività info-investigativa, inquadrata nell’ambito più ampio contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e del crimine diffuso in genere, è stata svolta da personale della Sezione Antidroga della locale Squadra Mobile della Questura di Parma ed ha visto il suo epilogo nella giornata di venerdì 2 aprile 2021.

In questa giornata infatti gli investigatori della Polizia di Stato hanno verificato le segnalazioni di un sospetto via vai proveniente da un appartamento dell’oltretorrente.

Sul posto gli Agenti verificavano che all’interno dell’abitazione di interesse investigativo era presente, come unico utilizzatore di una delle camere presenti nell’immobile N.A.I. cittadino nigeriano, privo di stabile attività lavorativa.

All’esito della perquisizione venivano rinvenuti nella sua camera alcuni ovuli di sostanza stupefacente ed un bilancino di precisione. Nelle altre stanze, anch’esse sottoposte a perquisizione, venivano rinvenuti ulteriori ovuli avvolti in cellophane e due buste in plastica contenenti sostanza univocamente ricondotta a Marijuana.

Le operazioni complessivamente permettevano di porre sotto sequestro 80.4 grammi di Hashish e 419.2 grammi di Marijuana, nonché una pressa industriale, che veniva utilizzata dal reo per confezionare i panetti di sostanza stupefacente.

Il cittadino nigeriano, che ammetteva subito la sua colpevolezza e rivendicava l’esclusiva proprietà dello stupefacente, veniva immediatamente arrestato in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Dell’arresto veniva data immediata notizia al Sostituto Procuratore della Repubblica il quale disponeva di trattenerlo in stato di arresto presso le celle di sicurezza della Questura in attesa del giudizio per direttissima tenutosi in data odierna, in cui il giudice ha disposto per il soggetto la misura cautelare degli arresti domiciliari.