(Sesto Potere) – Parma – 18 novembre 2021 – Sono svariati e trasversali i controlli posti in essere lo scorso fine settimana dalla Questura di Parma. Accertamenti su tutti i fronti: dal decoro urbano allo spaccio, dal fenomeno delle baby gang alla recrudescenza della criminalità predatoria e, più in generale, dalla prevenzione alla repressione.

I servizi svolti dalle Forze di Polizia del territorio hanno portato all’identificazione di 320 persone e al controllo di 67 veicoli.

Questi controlli sono stati in prevalenza effettuati nel centro storico di Parma, di recente divenuto meta di soggetti, per lo più minorenni, animati da intenti riottosi. E proprio nel cuore della città sono state infatti contestate diverse sanzioni, tutte mirate alla tutela del decoro urbano.

In questo contesto, sono stati emessi 8 ordini di allontanamento (che si ricorda sono provvedimenti propedeutici all’emanazione del DASPO urbano disposto dal Questore), 6 contravvenzioni per ubriachezza molesta, 3 verbali per il consumo di bevande alcoliche in contenitori di vetro (vietato nel centro cittadino dal regolamento di Polizia Urbana) ed, infine, una segnalazione alla locale Prefettura per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale.

A quest’ultimo proposito, con l’ausilio dell’unità cinofila della Questura di Bologna, sono stati setacciati i parchi principali del centro cittadino per contrastare il fenomeno dello spaccio di droga.

Un’attività che ha portato al sequestro di 44,627 grammi di hashish e 3,6 grammi di marijuana.

Come disposto in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, al tavolo della Prefettura, queste attività di controllo proseguiranno nei prossimi weekend e vedranno l’impiego di tutte le Forze di Polizia del territorio.