“Parma Capitale italiana della Cultura 2020”, intervento di Mattarella

0
52

(Sesto Potere) – Parma – 13 gennaio 2020 – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto agli eventi celebrativi di inaugurazione di “Parma Capitale italiana della Cultura 2020”.

Primo impegno al Teatro Regio dove si è svolta la cerimonia istituzionale di apertura nel corso della quale hanno preso la parola: Federico Pizzarotti, Sindaco di Parma e Presidente della Fondazione Teatro Regio; Diego Rossi, Presidente della Provincia di Parma; Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia Romagna; Dario Franceschini, Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo; Michele Guerra, Assessore alla cultura del comune di Parma.

La cerimonia inaugurale si è conclusa con l’intervento del Presidente Mattarella. Successivamente il Capo dello Stato ha inaugurato, al Palazzo del Governatore, la mostra “Time Machine. Vedere e sperimentare il tempo”.

Prima di assistere al Teatro Regio alla rappresentazione della “Turandot” di Giacomo Puccini, Mattarella ha visitato in anteprima, a Palazzo Pigorini, la Mostra “Parma è la Gazzetta. Cronaca, cultura, spettacoli e sport: 285 anni di storia”, dedicata al quotidiano fondato nel 1735.

La festa di Parma2020 prosegue oggi, lunedì 13 gennaio, nella giornata dedicata al patrono della città, Sant’Ilario: al mattino al Teatro Regio si terrà la tradizionale Cerimonia con la consegna da parte del sindaco di Parma del Premio Sant’Ilario a chi si è distinto per aver contribuito, con la propria attività, a migliorare la condizione della comunità o a portare prestigio alla città in diversi ambiti: arte, scienza, impegno sociale, imprenditoria.

Per l’occasione: i musei e i luoghi d’arte cittadini effettuano orari di apertura straordinari e agevolati.

Con l’iniziativa Viaggio nella città d’oro. Parma narrata dai suoi protagonisti in dieci luoghi preziosi il pubblico sarà invitato a prendere parte ad uno straordinario viaggio nel tempo arricchito da speciali narrazioni sulla storia della città, dall’antichità al Novecento.

Dalle 10 alle 18, all’Auditorium della Fondazione Don Gnocchi, la prima giornata di Parma città aperta: LegAmi Umani che propone un laboratorio didattico, una tavola rotonda aperta al pubblico con Mao Fusina, Elisabetta Musi e Roberto Papetti, atelier creativi e letture animate.

Nel pomeriggio, alle 16 a Palazzo Pigorini, inaugura la terza mostra, a ingresso libero: Parma è la Gazzetta. Cronaca, cultura, spettacoli, sport: 285 anni di giornalismo, dedicata alla storia del quotidiano che dal 1735 racconta le vicende del territorio e la storia della città, diventandone esso stesso parte.
Alle 17.30 al Teatro Due, un altro incontro dedicato gli amanti del libri: La misura del tempo con Gianrico Carofiglio.

La giornata di Parma2020 terminerà in Cattedrale con il concerto Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini, alle 21, a cura della Società dei Concerti ed eseguito da Ars Cantica Choir.

Tutte le informazioni su www.parma2020.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here