(Sesto Potere) – Forlì – 16 gennaio 2021 – Dopo una lunga battaglia giudiziaria l’area del Ronco Lido (parco, strutture e campo da calcio, con annesso campetto per gli allenamenti e relativi spogliatoi, un’area inutilizzata per quasi 15 anni) è tornato a disposizione dei forlivesi. Nella diatriba col precedente gestore, il Consiglio di Stato ha dato ragione al Comune di Forlì.

il vicesindaco Mezzacapo

A darne notizia il vicesindaco con delega all’Urbanistica Daniele Mezzacapo che afferma: “Il Comune ha vinto in secondo grado, al Consiglio di Stato, e sulla risoluzione del contratto col precedente gestore aveva vinto anche al Tar. Ed ora progettiamo il recupero e la riqualificazione dell’area”.

Italia Viva Forlì commenta: “Alla “Storia Infinita” del Ronco Lido, per oltre 10 anni in bilico fra realtà e fantasia, ha finalmente messo la parola fine la sentenza del Consiglio di Stato. Adesso il Comune di Forlì ha la piena disponibilità del parco e delle sue strutture. Un parco che vide la luce alla fine degli anni ’50 con  la realizzazione dei primi due impianti di quello che sarebbe diventato il Polisportivo intitolato ad Albo Sansovini , giovane partigiano residente nel Quartiere Ronco che sacrificò la sua vita in nome della libertà. Un’area troppo a lungo sottratta alla disponibilità dei cittadini, ma che nel frattempo si è arricchita con la realizzazione del “Parco Fluviale Ronco” e il passaggio della “Via Romea Germanica”. 

Sara Biguzzi di Italia viva

Si tratta di un’ampia area verde dotata di strutture sportive, ricreative, di ristorazione per la quale Italia Viva di Forlì chiede all’amministrazione Comunale di Forlì: “un progetto ambizioso e condiviso con il Quartiere Ronco ma anche con le Società sportive, le Associazioni Culturali e tutti coloro che vogliono dare un contributo alla rinascita di questo luogo per troppo tempo abbandonato”.

Il coordinatore del Comitato di Quartiere Ronco, Salvatore Pulizzi, intanto, ha chiesto che l’edificio dell’ex ristorante venga demolito.