Parcheggi a Cervia, assessore Mazzolani incontra delegazione UgCons

0
201

(Sesto Potere) – Cervia – 11 giugno 2021 – “Le tariffe 2021 della sosta sono le medesime del 2020, quest’anno non c’è stato alcun aumento. Anzi, abbiamo messo in campo varie agevolazioni per ridurre i costi di chi deve parcheggiare. Ricordo, per esempio, la tessera giornaliera ricaricabile dal valore di 25 euro e valida fino ad esaurimento che consente di parcheggiare per tutta la giornata a 3 euro e i pass-parcheggio scontati per residenti e commercianti che abitano o lavorano in zone blu. Inoltre, vicino a piazza Costa, è stato aperto il nuovo parcheggio sul Piazzale Artusi completamente gratuito e questo, a fine stagione, verrà completato con il recupero della restante parte”.

Palazzo Comunale di Cervia

Ad illustrare le politiche della sosta dell’amministrazione comunale di Cervia è l’assessore ai lavori pubblici , Enrico Mazzolani, che venerdì mattina ha incontrato nella sede distaccata del municipio il responsabile UgCons Romagna Filippo Lo Giudice (i due nella foto in alto, ndr).

L’Unione Generale dei Consumatori della Romagna, nei giorni scorsi, aveva lamentato l’introduzione della sosta a pagamento nel parcheggio centrale di piazza Andrea Costa e nelle vie di Milano Marittima parallele al lungomare lato Porto canale.

“Il parcheggio nella Piazza Costa è a pagamento solo al pomeriggio dalle ore 14.30 alle 24.00 per cui completamente gratuito al mattino. Ed è in vigore fino a settembre. Poi tornerà gratuito anche al pomeriggio. A Cervia l’attivazione della sosta a pagamento per la stagione estiva, è stata sospesa per due mesi per venire incontro alle attività economiche alle prese con le misure anti-pandemia: doveva entrare in vigore ad aprile, ma s’è deciso di attivarla dal 1° giugno”: ha detto Mazzolani durante l’incontro.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di razionalizzare l’accessibilità nei luoghi di maggior affluenza turistica, muovendo anche la leva della sosta per favorire un più celere ricambio delle auto negli stalli. 

L’UgCons Romagna aveva segnalato il caso di alcuni problemi tecnici per i parcometri  in via Filzi, a Milano Marittima dove, a fronte di cartelli che indicavano l’obbligo di sosta a pagamento, i fruitori dovevano rintracciare i parcometri funzionanti mescolati a quelli ancora impacchettati.

parcometro ph d’archivio

E l’amministrazione ha risposto che nelle estreme adiacenze vi erano quelli attivi, non così distanti da creare disagio.

“A nostro parere era necessaria una maggiore e più capillare campagna di informazione indirizzata verso cittadini e turisti”: aggiunge ancora Filippo Lo Giudice.

“In realtà, avevamo comunicato attraverso i media, i social e il sito internet del Comune l’attivazione della sosta a pagamento e tutte le agevolazioni previste in merito agli abbonamenti”: ha spiegato  l’assessore Enrico Mazzolani.

E il responsabile UgCons Romagna ha replicato: “Si auspicava uno stop al pagamento dei parcheggi in questa fase delicata di ripartenza dopo il lungo periodo di chiusure da zona rossa e i mancati incassi degli esercenti in modo da poter agevolare la fruizione agli esercizi commerciali e lanciare un segnale sia ai lavoratori che ai clienti in questa fase storica così delicata. Sarebbe stato un piccolo, ma significativo aiuto”.

Ma – ha fatto capire l’assessore Enrico Mazzolani – l’amministrazione comunale, che comunque ha attivato varie misure di sostegno alle attività economiche durante l’emergenza da Coronavirus, vede proprio dai proventi della sosta uno dei cardini delle entrate sicure di bilancio al pari della Tassa di Soggiorno e delle multe da infrazione al codice della strada. Ridurre questi incassi diventerebbe, ovviamente, un problema.

L’UgCons Romagna “ha apprezzato la disponibilità all’ascolto dimostrata dall’assessore Mazzolani, sottolineando il tono cordiale dell’incontro e allo stesso tempo serio e indirizzato alla comune volontà di risolvere i problemi dei cittadini, dei lavoratori e delle imprese”.