Ospedale di Faenza, domani inaugurazione nuovo ambulatorio Cure Palliative

0
145
ospedale faenza

(Sesto Potere) – Faenza – 13 settembre 2021 – Domani, martedì 14 settembre, viene inaugurato il nuovo ambulatorio cure palliative del Presidio Ospedaliero di Faenza. Saranno presenti: Stefano Isola, Sindaco di Faenza, Fabrizio Miserocchi, Direttore Generale IOR, Davide Tellarini, direttore sanitario del P.O. di Faenza, Fabio Falcini, direttore dipartimento onco-ematologico aziendale, Mauro Taglioni, direttore infermieristico tecnico aziendale, Stefano Tamberi, direttore Oncologia Medica Faenza e Ravenna, Luigi Montanari, direttore SSD Cure Palliative Ravenna, Anna Lusa, dirigente infermieristico P.O.Faenza, Barbara Caroli, coordinatrice infermieristica Hospice Faenza, Sara Finardi, coordinatrice Oncologia Faenza, Piero Amati, coordinatore infermieristico Rete Cure Palliative Ravenna e Anna Maria Tanesini, coordinatrice infermieristica assistenza domiciliare Faenza.

Alle ore 11.30 incontro nella Pinacoteca della Direzione Sanitaria del P.O. di Faenza per i saluti. A seguire ci si sposterà nella sede ambulatoriale per il taglio del nastro, mantenendo distanziamenti e regole di comportamento prevenzione contagi.

Ausl Romagna coglie l’ occasione per ringraziare l’ Istituto Oncologico Romagnolo e il dr. Fabrizio Miserocchi, Direttore Generale IOR, per il contributo dato con la donazione degli arredi dell’ ambulatorio e della sala di attesa della area ambulatoriale condivisa con l’Oncologia Medica e altri specialisti ospedalieri.

L’ ambulatorio di cure palliative è una delle innovative e fondamentali attività della Rete Locale Cure Palliative aziendali. E’ uno dei nodi della Rete che risulta tra i Livelli Essenziali di Assistenza (L.E.A.). Tale attività è storicamente presente nel presidio faentino grazie alla modalità di lavoro integrato con l’ Oncologia Medica iniziata molti anni fa per iniziativa del dr. Stefano Tamberi, direttore dell’ Oncologia Medica e del dr. Luigi Montanari, direttore delle Cure Palliative ambito di Ravenna.

Considerato l’ importante aumento del numero di visite richieste negli ultimi 3 anni – nota l’Ausl Romagna – era necessario ricavare una sede dedicata (471 visite ambulatoriali nel 2020).