Nuovo Dpcm, Fratelli d’Italia in piazza Forlì con lavoratori sport e palestre

0
301

(Sesto Potere) – Forlì – 26 ottobre 2020 – Anche una delegazione di Fratelli d’Italia di Forlì, composta da Fabrizio Ragni, Giovanni de Capua, Vinicio Pala e Gianfrancesco Tassani (nella foto in alto), ha partecipato oggi pomeriggio alla manifestazione di protesta organizzata davanti alla prefettura dagli operatori e clienti del settore sportivo, delle palestre e delle piscine, con l’adesione di molti rappresentanti del settore dei pubblici esercizi, dei bar , dei ristoranti, di lavoratori autonomi e Partite Iva che forniscono servizi e merci o collaborano con i settori interessati dal blocco delle attività previsto nell’ultimo Dpcm del governo Conte.

“M5S e Pd hanno chiuso le attività di palestre e piscine fino al prossimo 24 novembre. Prima hanno costretto gli operatori di questi settori a smettere di lavorare per tutta la primavera, poi con la ripartenza del mondo sportivo hanno dovuto prendere atto – e lo aveva detto   il ministro Spadafora – che proprio nelle palestre e nelle piscine “si tenevano i comportamenti più virtuosi e sicuri” in questa fase di pandemia. Infine, contraddicendo quanto promesso (“che non ci sarebbero state ulteriori limitazioni”), il governo ha imposto questa ennesima serrata. Colpendo un segmento importante della nostra economia e negando uno dei diritti elementari degli esseri umani: esercitare con guide esperte e professionali attività sportive nel segno del benessere psico-fisico”: scrive in una nota Fratelli d’Italia di Forlì.

“Noi crediamo che si dovesse e potesse agire in modo diverso e con meno improvvisazione. La protesta di queste persone (quasi un migliaio in piazza Duomo, ndr) che hanno manifestato in maniera composta e civile era giusta, oltre che lecita e autorizzata dalle autorità competenti e non potevamo non condividerla ed essere presenti”: conclude Fratelli d’Italia.