(Sesto Potere) – Forlimpopoli – 28 dicembre 2020 – Il Circolo PD di Forlimpopoli ha una nuova organizzazione interna. A seguito delle dimissioni del segretario Massimiliano Fantini, che tutto il PD forlivese ringrazia per il lavoro svolto in questi anni, non essendo possibile, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, svolgere i congressi per rinnovare gli organismi dirigenti, il segretario territoriale Daniele Valbonesi ha conferito formalmente l’incarico di gestione temporanea ad un gruppo di lavoro coordinato da Paolo Zoffoli (nella foto in alto), già sindaco della città artusiana e consigliere regionale. Accanto a Zoffoli, Maurizio Castagnoli, Franco Gensini, Enrico Monti, Tino Monti ed Elisa Rinaldini. 

“Noi riteniamo che, nel momento del massimo bisogno, la voce di una comunità di valori e di ideali, come quella del Partito Democratico, non possa e non debba mancare – afferma in una nota il nuovo gruppo di lavoro del PD forlimpopolese -.  Vogliamo offrire il contributo che è proprio di un partito capace di avanzare proposte nello spirito di giustizia e di solidarietà. Vogliamo spronare i nostri concittadini a dare prova di responsabilità, a seguire la guida della scienza contro la superstizione, a ispirarsi al buon senso e a non ai seminatori di odio e di cinismo.  Come Circolo PD di Forlimpopoli abbiamo intenzione, da subito, di impegnarci per elaborare, anche in sede locale, proposte politiche e idee concrete per alleviare la crisi, ridurre le nuove povertà e rilanciare l’economia”.

“E’ intenzione del nostro Circolo seguire con idee e proposte la delicata e anche incerta fase politica nazionale; vogliamo offrire contributi per la destinazione delle risorse europee e abbiamo intenzione di allargare a iscritti, simpatizzanti e democratici la richiesta di collaborazione. I capisaldi della nostra impostazione sono il consolidamento dei servizi socio-sanitari con particolare riferimento alla medicina e ai servizi sociali territoriali, il rilancio degli investimenti soprattutto inerenti la green economy, la scuola, la cultura e il turismo, il superamento del ritardo tecnologico, la semplificazione della burocrazia, il ruolo della piccola e media impresa per rilanciare il lavoro e la lotta all’evasione fiscale – chiarisce il gruppo di lavoro -. Vogliamo che il Circolo del Partito Democratico a Forlimpopoli torni ad essere, magari utilizzando i nuovi mezzi che la tecnologia mette a disposizione, un centro vivo e vitale di elaborazione politica basata sulla partecipazione diretta, aperto al contributo non solo degli iscritti, ma aperto all’area e ai valori più vasti del centrosinistra, aperto alle donne e agli uomini che credono nei valori della democrazia, della giustizia, della libertà e della necessità di imprimere una svolta ecologista finalizzata alla creazione di lavori sostenibili. Non nascondiamo i problemi, anche seri, che il nostro partito ha avuto e tuttora ha. Ma è nei momenti di difficoltà che si pongono le basi per l’indispensabile rinascita. Per questo abbiamo bisogno del contributo di tutti per risintonizzare i programmi e trasformarli in occasioni di crescita sociale ed economica per i nostri concittadini”, conclude il gruppo di lavoro.