Nuove piste ciclabili a Medicina, Castello d’Argile, San Giovanni in Persiceto e Calderara

0
271
pista ciclabile nel bolognese

(Sesto Potere) – Bologna – 30 ottobre 2019 – Sono quattro i progetti selezionati nell’area metropolitana di Bologna, a cui andranno i finaziamenti messi in campo dalla Regione per promuovere la mobilità sostenibile. L’Emilia-Romagna, infatti, ha messo a disposizione nuovi investimenti per quasi 5 milioni di euro, di cui circa 2 di finanziamento regionale, per la realizzazione di piste ciclabili, messa in sicurezza e riqualificazione dei percorsi in 20 Comuni della regione. Saranno finanziate nuove piste ciclabili, la riqualificazione e messa in sicurezza di singoli tratti, interventi di sistemazione della segnaletica e il riassetto della viabilità.

pista ciclabile nel bolognese

Nel territorio bolognese sono stati individuati i progetti di Medicina, Castello d’Argile, San Giovanni in Persiceto e Calderara di Reno per un totale di circa 400 mila euro di contributi. Nel dettaglio:

  • Medicina, intervento di riqualificazione della via Saffi a Medicina con la realizzazione di un percorso ciclopedonale, costo dell’intervento 122.000 euro, contributo di 97.600 euro.
  • Castello d’Argile, realizzazione di un percorso ciclopedonale di collegamento tra l’abitato di Castello d’Argile e la frazione di Mascarino – Venezzano. Attuazione I stralcio funzionale: centro storico Argile – via Maddalena (Zona impianti sportivi); costo dell’intervento: 150.000 euro; contributo di 100.000.
  • San Giovanni in Persiceto, progetto per il collegamento circolare tra la stazione Ferroviaria, il comparto produttivo “Ex Zuccherificio”, il comparto residenziale “Accata”, il polo scolastico e la zona ospedaliera – Tratto n.2 Progetto nuova pista ciclabile in via Biancolina dal civico 1/A al 13/C. Costo dell’interveto: 170.000 euro; contributo: 100.000.
  • Calderara di Reno, realizzazione pista ciclabile Longara Castel Campeggi. Costo totale dell’intervento 869.075 euro; contributo: 100.000 euro.

Ammontano a oltre 25 milioni di euro le risorse stanziate dalla Regione, che hanno attivato investimenti per oltre 40 milioni nel corso dell’attuale legislatura, dal 2015, per incentivare lo sviluppo della mobilità sulle due ruote tra piste ciclabili e infrastrutture al servizio della mobilità sostenibile sviluppando 175 chilometri di nuovi percorsi urbani ed extraurbani.
Nel dettaglio, 8,2 milioni (Bando Por Fesr) sono stati impegnati per sostenere la realizzazione di 21 progetti presentati dai 13 comuni dell’Emilia-Romagna con più di 50 mila abitanti (Carpi, Cesena, Faenza, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini e la Città metropolitana di Bologna).
Altri 9 milioni di euro (Bando Fsc) sono stati destinati al finanziamento di 29 progetti di nuove piste ciclabili e di integrazione o messa in sicurezza di percorsi già esistenti, selezionati attraverso un secondo bando, aperto a tutti gli enti locali della Regione, chiuso nel novembre 2018. Nel dettaglio, sono 7 gli interventi in provincia di Reggio Emilia; 4 a testa a Parma, Forlì-Cesena e Bologna; 3 a Piacenza e Modena; 2 a Rimini e 1 a Ravenna e Ferrara.
Ancora: 1 milione di euro è la cifra complessiva messa a disposizione per la nascita nel 2016 di 2 velostazioni a Bologna e Rimini e per l’allestimento di altre sette strutture per il deposito e/o parcheggio delle bici usate dai pendolari a ridosso di altrettante stazioni ferroviarie.
A questo elenco vanno aggiunti i 7,5 milioni assegnati dalla Regione nell’ambito del Piano nazionale per la sicurezza stradale, per un investimento complessivo di oltre 19,2 milioni di euro; risorse utilizzate in prevalenza per interventi di miglioramento della sicurezza e di moderazione del traffico su infrastrutture per la mobilità ciclistica nuove o già esistenti.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here