Nuova direzione provinciale Forlì-Cesena di FdI. Minutillo: “Petri ha preso i transfughi di FI”

0
320

(Sesto Potere) – Forlì – 1 giugno 2020 – Francesco Minutillo commenta a stretto giro la presentazione della nuova direzione provinciale di Forlì-Cesena di Fratelli d’Italia , con la presenza di tre vice: Alice BuonguerrieriRenato Cappelli e Fabrizio Ragni.

francesco minutillo

“Una direzione composta principalmente dai rottami e trombati [nel senso politico, ndr] di Forza Italia. Il ravennate Petri ha raccolto in gran parte gente che si è candidata persino con la sinistra come Riccardo Merendi a Dovadola, o che ha sostenuto o si è candidata contro il centrodestra come Renato Cappelli a Meldola o il già avvocato spagnolo Angelo Soragni a Cesenatico, che appoggiò il candidato sindaco Buda”: commentano con un comunicato stampa Francesco Minutillo , ricordando che lui stesso rappresenta Forlì-Cesena all’ assemblea Nazionale di Fratelli d’Italia, ed il fratello nonché consigliere provinciale Davide Minutillo.

“Il ravennate Petri è andato a prendere i transfughi di Forza Italia come Ragni, Catalano e Buonguerrieri, tutti candidati  ma non eletti nei rispettivi comuni”: affermano i Minutillo, infilando in realtà una gaffe, visto che Marco Catalano è stato regolarmente eletto in consiglio comunale a Forlì e, quale presidente del neo-circolo di FdI comunale di Forlì-Caterina Sforza è stato indicato da Petri come “referente” del partito in città. L’altro , disconosciuto dallo stesso Petri e dagli organismi regionali, è Davide Minutillo.

roberto petri

La nota dei Minutillo continua prendendo di mira anche: “il ciellino Spinelli di Cesena, per dare una parvenza di consistenza ad un gruppo inesistente sia sotto il profilo politico che sotto quello della credibilità e che provoca solo conati di rigetto alla nostra comunità. In attesa che la magistratura faccia il suo corso sulle ben note questioni occorre una levata di scudi: inizieremo sin da subito a partire dalla prossima riunione. Il tempo per difendere il partito da questi personaggi c’è: tanto questa è tutta gente condannata a rimanere fuori dalle istituzioni repubblicane per i prossimi quattro anni”: concludono i Minutillo, di professione avvocati, che si riferiscono all’annunciata iniziativa giudiziaria – il ricorso d’urgenza – per impugnare le decisioni politiche e le nuove nomine avallate dall’attuale coordinatore provinciale del partito Roberto Petri.

E per meglio precisare il concetto precedente, Minutillo conclude: “Quella di Catalano non è una gaffe: lui non è stato eletto , ma ripescato a seguito delle dimissioni della Tassinari” indicata nella squadra degli assessori di Zattini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here