Nel Complesso di Santa Cristina, una panchina bianca per la libertà di stampa

0
124

(Sesto Potere) – Bologna – 4 maggio 2021 – Una panchina bianca dedicata alla libertà di stampa. È stata inaugurata ieri – Giornata mondiale per la libertà di stampa – su iniziativa del Master in Giornalismo dell’Università di Bologna nel Complesso monumentale di Santa Cristina, dove il Master ha sede. Alla cerimonia erano presenti il rettore dell’Alma Mater Francesco Ubertini, il direttore del Master Fulvio Cammarano, il direttore del Dipartimento delle Arti Giacomo Manzoli, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna Giovanni Rossi e Giampiero Moscato, direttore delle testate e dei laboratori del Master di Giornalismo.

“La libertà di stampa, celebrata oggi in tutto il mondo e garantita dalla nostra Costituzione, si lega strettamente alla libertà di espressione e quindi alla libertà accademica, che è uno dei principi fondamentali presenti nella Magna Charta Universitatum”, ha detto il rettore Francesco Ubertini. “Questa panchina ricorda a tutti noi la necessità di onorare sempre un principio fondamentale come quello della libertà di stampa, che porta con sé la responsabilità di un’informazione corretta, critica e plurale”.

Dopo l’inaugurazione della panchina nel Complesso di Santa Cristina, il Master di Giornalismo ha proseguito le celebrazioni con una tavola rotonda online sulla storia e l’attualità della libertà di stampa, a cui hanno partecipato anche il presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti Carlo Verna, presidente di Ossigeno per l’Informazione Onlus Alberto Spampinato e Sabrina Pignedoli, parlamentare europeo ed ex allieva del Master.

Istituita dalle Nazioni Unite a partire dal 1993, la Giornata mondiale per la libertà di stampa si celebra ogni anno il 3 maggio in ricordo dell’anniversario della Dichiarazione di Windhoek, documento promulgato dai giornalisti africani a Windhoek (Namibia) nel 1991 che afferma i concetti basilari del pluralismo e dell’indipendenza dei mezzi di comunicazione, intesi come elementi fondamentali per la difesa della democrazia e il rispetto dei diritti umani.