(Sesto Potere) – Bologna/Forlì – 7 gennaio 2023 – Nei gironi scorsi è stato firmato un accordo integrativo alla Cantiere del Pardo, che riguarda circa 180 lavoratori. L’accordo azienda-sindacati ha consentito, in prima battuta, il raggiungimento di un premio medio aziendale pari a 1346 euro relativo all’anno nautico 2021/2022 (già in crescita rispetto all’anno precedente del 20% circa) e ha portato alla sottoscrizione di un accordo integrativo triennale (2022/2025) che già nel budget stanziato per il questo anno nautico (2022/2023) prevede un ulteriore aumento del premio di risultato di circa il 30% rispetto all’attuale.

L’accordo è stato firmato giovedì fra Rsu, i sindacati Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil e la direzione aziendale. L’accordo di secondo livello riguarda tutti i lavoratori della Cantiere del Pardo Spa e la sua consociata Agathis Marine Srl.

Commenta la Rsu in una nota: “Il risultato raggiunto conferma il buon andamento del settore della nautica, nonostante le evidenti difficoltà legate agli scenari internazionali, al forte aumento dell’energia e del costo delle materie prime, riconoscendo l’importanza dei lavoratori a cui viene ridistribuita parte della redditività aziendale”.

“Si regolamentano inoltre istituti quali la flessibilità oraria e il riconoscimento del ticket restaurant per il personale impiegatizio, le modalità di richiesta per ferie e permessi prevedendo anche la predisposizione di un calendario chiusure collettive in tempi certi; si prevedono inoltre, per tutte le maestranze, permessi aggiuntivi fino ad un massimo di 5 ore per visite mediche e per altre casistiche di carattere personale”.

“Si aumentano inoltre i momenti di informazione alle Rsu su le tematiche relative all’andamento aziendale, alle prospettive occupazionali, ad eventuali processi di riorganizzazione, alla situazione produttiva e all’andamento aziendale legato anche al raggiungimento del premio di risultato. La compagine sindacale tutta soddisfazione per i risultati raggiunti e auspica il mantenimento del buon confronto sindacale al fine di migliorare ulteriormente i risultati fino ad oggi ottenuti”.