Natale sicuro, operazioni del Nas in Emilia-Romagna

0
251

(Sesto Potere) – Bologna – 21 dicembre 2020 – Con l’approssimarsi delle Feste Natalizie, il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute ha in corso di svolgimento una specifica campagna di controllo in ambito nazionale su giocattoli e tradizionali articoli utilizzati nel periodo festivo, al fine di verificare la conformità e il rispetto dei requisiti di sicurezza a tutela della salute del consumatore.

Complessivamente, sono state ispezionate 1.058 strutture commerciali (aziende di importazione e piattaforme di distribuzione, ditte di commercializzazione all’ingrosso e rivendite al dettaglio), rilevando irregolarità e la presenza di prodotti non conformi presso 96 esercizi. Gli accertamenti hanno consentito di individuare e sequestrare 17.000 articoli irregolari già immessi a vario livello nel circuito commerciale, per un valore di oltre 80 mila euro, dei quali 15.250 giocattoli di varie tipologie e 1.750 tra luminarie ed altri prodotti elettrici, risultati privi delle indicazioni obbligatorie di sicurezza all’uso, della marcatura CE e di etichettatura in lingua italiana.

carabinieri

Nel contesto delle verifiche svolte sul territorio nazionale, sono stati deferiti all’autorità giudiziaria 4 titolari di aziende e negozi e segnalati ulteriori 94 soggetti all’autorità amministrativa per violazioni in materia di commercio illecito di prodotti privi dei requisiti di sicurezza, comminando sanzioni pecuniarie per complessivi 330 mila euro.

Tra gli interventi di rilievo effettuati in Emilia-Romagna si segnalano due operazioni.

I militari del Nas di Parma, nel corso di un’ispezione presso una rivendita di giocattoli hanno eseguito il sequestro di 16 confezioni di cosmetici destinati a minori (smalti per unghie di produzione cinese), riportanti data di scadenza fraudolentemente occultata utilizzando inchiostro indelebile e nastro adesivo. Il gestore è stato deferito alla Procura di Parma per tentata frode in commercio con contestuale sequestro penale dei prodotti. Lo stesso NAS ha bloccato, presso ulteriori due distinte attività commerciali, ulteriori 1.600 giocattoli (cappellini, trombette, ecc..) poiché risultate prive della marca di conformità CE. Il valore della merce sequestrata ammonta a euro 1.200 circa e sono state contestate sanzioni amministrative per un importo complessivo di euro 10.000.

Il Nas di Bologna hanno sequestrato presso un market etnico 125 catene luminose natalizie importate dalla Cina poiché risultate prive delle indicazioni in lingua italiana inerenti le informazioni di sicurezza e le istruzioni sulle modalità d’uso. Sono state contestate al titolare dell’attività sanzioni amministrative per un importo complessivo di 9.000 euro.