(Sesto Potere) – Bertinoro – 18 ottobre 2022 – “Sabato 15 ottobre tre agenti della Polizia locale dell’Unione della Romagna forlivese hanno svolto servizio di controllo nel Comune di Bertinoro. In particolare, sulla via Meldola, nel tratto dove la segnaletica indica la velocità massima di 30km all’ora, sono stati sanzionati numerosi utenti che hanno circolato in centro abitato alla velocità di 51/ 52 km/h ai quali è stato contestato l’eccesso di velocità con relativa sanzione di 173,00 euro e la decurtazione di 3 punti in patente. A nostro parere, è assolutamente riprovevole che in un territorio come quello della provincia di Forlì-Cesena che ospita alcune delle arterie più pericolose d’Italia con relativi incidenti stradali e sinistri mortali le poche risorse a disposizione della Polizia locale vengano impiegate con il fine evidente di ‘far cassa’ con le multe”: a scriverlo in una nota è Filippo Lo Giudice, segretario territoriale di Ugl Romagna (nella foto in alto).

foto d’archivio

“Per gli stessi fatti di via Meldola a Bertinoro altri utenti, per effetto dei riscontri del VeloOk che era in funzione sabato scorso, si vedranno recapitare nei prossimi giorni il verbale di contestazione direttamente a casa. Uno zelo che colpirà decine di persone, mentre è del tutto evidente che ogni giorno varie situazioni di rischio mettono a repentaglio l’incolumità degli utenti più deboli della strada, ovvero: anziani, donne e bambini. Vi sembra giusto?”: chiede l’esponente sindacale dell’Ugl.

“Siamo d’accordo che la sicurezza stradale si garantisce attraverso il rispetto dei limiti di velocità, ma è altrettanto vero che è ancora più pericoloso un reticolo stradale non ammodernato in vaste aree della nostra provincia: fossi a bordo carreggiata, viadotti da controllare, scarsa o nulla segnaletica orizzontale e verticale, assenza o inadeguatezza dei guardrail. A nostro parere, le pattuglie della Polizia locale dovrebbero essere disseminate in queste aree a rischio, piuttosto che in un centro abitato per sfornare multe a raffica”: aggiunge Filippo Lo Giudice.

“E per spiegare meglio il concetto aggiungo che nello stesso weekend, fra Cusercoli e Civitella, si sono registrati incidenti e disagi inenarrabili per un cantiere stradale nella più totale assenza di una pattuglia della Polizia locale. Prima ancora di far cassa sulla pelle di camionisti ed automobilisti, i politici e gli enti preposti dovrebbero mettere mano a queste priorità così da poter assicurare un’effettiva ‘sicurezza stradale’ a chi si mette in viaggio”: conclude il segretario territoriale di Ugl Romagna.