Morrone e Raffelli (Lega): “Con Pnrr risorse per turismo e infrastrutture in Romagna”

0
130
Jacopo Morrone e Elena Raffelli

(Sesto Potere) – Rimini, 10 settembre. “C’è certamente il settore turistico a trarre vantaggio dal Pnrr”: affermano in una nota i parlamentari romagnoli della Lega Jacopo Morrone ed Elena Raffelli citando anticipazioni del ministro del Turismo Massimo Garavaglia, che ha parlato della predisposizione di diverse misure con risorse di tutto rispetto, circa 1,9 miliardi che farebbero da volano a investimenti superiori quasi del doppio. Il tutto riservato agli operatori turistici per organizzare il rilancio delle loro strutture.

Elena Raffelli e Garavaglia

“Ma importanti risorse – ricordano i due parlamentari della Lega – arriveranno in Romagna anche a vantaggio di altri settori strategici. Parliamo, per esempio, degli interventi per la sicurezza sismica della diga di Ridracoli (1,30 milioni di euro) e della manutenzione straordinaria della diga di Mondaino con risorse pari a un milione di euro. Si prevede inoltre un forte investimento sui nodi e sulle direttrici ferroviarie, rivolto in particolare al sistema di gestione del traffico (ERTMS), destinato, tra l’altro, al completamento della velocizzazione e del potenziamento tecnologico della linea Adriatica (che interessa più regioni) e alla tratta Bologna-Rimini per quanto riguarda il completamento della gestione centralizzata della circolazione dei treni (10,70 milioni). Cospicuo anche l’investimento per il porto di Ravenna, come anticipò il vice ministro Alessandro Morelli durante la sua visita in Romagna. Si tratta di un totale di 165 milioni di euro per l’approfondimento dei canali Candiano e Baiona e per la realizzazione di una stazione di ‘cold ironing’ a Porto Corsini a servizio del terminal crociere”.

“Non mancano poi investimenti per la rigenerazione urbana e l’housing sociale con risorse destinate a Rimini (14,99 milioni), Forlì (12,70 milioni) e Cesena (11,91 milioni). L’elenco degli interventi è ancora lungo e interessa opere che riguardano l’intera Emilia-Romagna o più regioni, pensiamo, per esempio, al programma di riqualificazione degli alloggi Erp nella nostra regione a cui sono destinati 123,81 milioni di euro o alla ciclovia turistica Adriatica, un’infrastruttura che congiunge Trieste a Santa Maria di Leuca, per cui sono previsti 70 milioni. Insomma, le risorse, più o meno importanti dal punto di vista quantitativo, ci sono, l’auspicio è che siano utilizzate al meglio e senza sprechi per infondere al sistema-Paese una vera svolta”: conclude la nota di Jacopo Morrone ed Elena Raffelli.