Morgagni (Forlì e Co.): “Dal vicesindaco frasi sconcertanti”

0
273
calderoni e morgagni

(Sesto Potere) – Forlì – 13 novembre 2020 – Anche il Gruppo consiliare di Forlì e Co. replica alle ultime esternazioni del vicesindaco di Forlì Mezzacapo: “Sconcertante!. E’ difficile trovare altri aggettivi per commentare il comunicato del Vicesindaco Mezzacapo nel quale parla di una sorta di “fantasmagorico complotto delle opposizioni”, colpevoli niente meno che di… “pretendere di conoscere gli atti e i contenuti dei provvedimenti portati in Consiglio comunale”, cioè di esercitare la propria funzione di controllo e garanzia. Sconcertante è prima di tutto la visione del confronto politico che traspare da questo documento. Sembra di capire che il Vice-Sindaco si senta investito del potere di decidere cosa è legittimo e cosa non lo è nell’ambito del confronto democratico, e di scagliarsi contro quel diritto allo scrutinio degli atti che è una fondamentale prerogativa delle opposizioni e di cui lui stesso, quand’era consigliere di minoranza, si è avvalso più che abbondantemente. Sconcertante è inoltre il tentativo di “tirare per la giacchetta” i dipendenti del Comune, sulla cui correttezza e professionalità le forze di opposizione mai hanno sollevato dubbi, mentre il partito del vicesindaco sì”.

Come? “Arrivando al punto di istituire l’ormai famigerata Commissione di indagine sugli affidi. Non è accettabile che gli amministratori del Comune cerchino di nascondersi dietro i propri dipendenti per evitare di rispondere di decisioni e scelte che sono esclusivamente di natura politica”: replica il capogruppo consiliare di Forlì e Co. Federico Morgagni (nella foto in alto con Calderoni).

“Nell’insieme, l’intera faccenda tradisce il palpabile nervosismo dell’Amministrazione di fronte all’arenarsi di alcuni dei progetti annunciati in pompa magna nei mesi scorsi (piano del centro storico, variante per il maxi supermercato di via Bertini) e all’incapacità, giunti ormai ad un terzo del mandato amministrativo, di formulare la minima proposta per il futuro di Forlì. Da parte nostra riaffermiamo di essere pronti a collaborare e a mettere da parte le divisioni in questa fase di difficoltà ma, con buona pace del Vicesindaco, non rinunceremo mai a svolgere quella funzione di controllo e di vigilanza che è propria delle opposizioni e che i cittadini si aspettano da noi”: conclude il gruppo consiliare di Forlì e Co.