Montata tenda pre-triage all’ospedale di Ravenna

0
97

(Sesto Potere) – Ravenna – 25 marzo 2020 – Ravenna – Su richiesta del Presidio Ospedaliero di Ravenna, al fine di tutelare gli utenti e i pazienti particolarmente fragili delle unità operative di Oncologia, Ematologia e Radioterapia del nosocomio ravennate, martedì scorso, 24 marzo, è stata montata una tenda pneumatica 4 archi fornita dal CERPIC, completa di pavimentazione, impianto elettrico interno e stufe per il riscaldamento. 

tenda ospedale di Ravenna esterno

La tenda è stata posizionata in prossimità dell’ingresso di Oncoematologia, al fine di avere un pre-triage, presidiato da personale sanitario, per tutti i pazienti del reparto. Il montaggio è stato effettuato dai volontari del Coordinamento provinciale di Ravenna, coadiuvato dai tecnici della sede di Ravenna del Servizio Area Romagna dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile. 

tenda ospedale di Ravenna interno

Sono stati posizionati anche un gazebo 3×4 e una serie di transenne che invitano i pazienti a passare dall’area triage. Tutti i giorni di funzionamento della struttura (dal lunedì al sabato ore 7.15-16.30) uno o due volontari del Coordinamento assisteranno il personale sanitario indirizzando i pazienti verso il triage. 

tenda ospedale di Ravenna ingresso

Il volontario agirà rimanendo dietro le transenne, a una distanza di almeno tre metri da tutte le persone (pazienti, accompagnatori, personale sanitario) che arrivano presso il punto di triage.

Nei giorni scorsi, volontari del Coordinamento e tecnici dell’Agenzia avevano montato una tenda pneumatica a 4 archi anche presso la Casa circondariale di Ravenna, sempre per consentire il pre-triage.

Il personale del Servizio Area Romagna è ogni giorno impegnato in varie attività legate all’emergenza Coronavirus.

In particolare, il Servizio si è adoperato per la diffusione alla popolazione delle informazioni sulle buone pratiche inerenti azioni generiche e specifiche da attuare per arginare il contagio e su come fare per accedere ai servizi essenziali.

Personale del Servizio partecipa quotidianamente in video call alle riunioni del Centro Coordinamento Soccorsi presso la Prefettura di Ravenna e a videoconferenze con la Direzione dell’Agenzia per coordinare le attività in emergenza.

Congiuntamente ai tecnici dell’AUSL Romagna, sono stati eseguiti sopralluoghi presso varie strutture al fine di verificarne l’idoneità come sedi di vigilanza attiva.

Inoltre, il personale della sede di Ravenna, con l’aiuto dei volontari, provvede a distribuire i dispositivi di protezione individuale alle realtà che ne necessitano, come Prefettura, Forze dell’ordine, Comuni, Polizia provinciale, associazioni di volontariato.

Tutti i giorni i volontari, mobilitati dai Comuni, operano per consegnare farmaci e alimenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here