(Sesto Potere) – Modena – 24 ottobre 2022 – Cosa succede quando si spengono i riflettori e chi ha vissuto o subito una violenza deve riannodare i fili della vita quotidiana? Di cosa ha bisogno la vittima e come si può intervenire per darle un aiuto concreto?

Sulle risposte a questi e altri interrogativi ruota “Senza mezze misure” il nuovo spettacolo di Carlo Lucarelli che andrà in scena il prossimo 18 novembre al Teatro Storchi di Modena.

Teatro Storchi

Un testo inedito scritto a quattro mani dallo scrittore e presidente (a titolo gratuito) della Fondazione emiliano-romagnola vittime di reati con la direttrice dell’ente, Elena Zaccherini, per sostenere un organismo unico in Italia che, da circa vent’anni, ha l’obiettivo di schierarsi, senza mezze misure appunto, al fianco delle vittime per sostenere loro e le loro famiglie nel difficile cammino verso la ripresa di una vita piena dopo il trauma.

Uno spettacolo nato da una proposta di Cooperativa Bilanciai di Campogalliano (Mo), la prima impresa emiliano-romagnola che ha deciso di aderire come socio alla Fondazione vittime e di farsi promotrice dell’intervento attivo di altre realtà produttive del territorio modenese, ma non solo.

Anche perché, complice l’emergenza pandemica che ha costretto per lungo tempo le persone in casa mettendo le vittime a contatto stretto coi loro aguzzini, nel corso del 2022 le richieste di aiuto sono aumentate.

Il totale provvisorio dei primi tre trimestri dell’anno è di 29 istanze – in crescita rispetto allo scorso anno-, cui si sono aggiunte oggi, dopo la riunione dei Garanti, già altre 11 nuove richieste. Proprio per questo la Regione ha deciso di aumentare il proprio contributo alla Fondazione emiliano-romagnola vittime di reati passando da 150mila a oltre 240mila euro annui.