Meldola, posticipo imposte comunali per le imprese, buoni spesa per famiglie in difficoltà

0
241

(Sesto Potere) – Meldola – 1 aprile 2020 – L’Amministrazione Comunale di Meldola comunica che sta analizzando “con grande attenzione” il bilancio, al fine di mettere a punto diverse iniziative a tutela e sostegno del tessuto produttivo cittadino e delle famiglie.

Roberto Cavallucci

Per supportare  le imprese e le attività che sono state costrette alla chiusura a causa delle restrizioni anti Covid19, e che quindi stanno subendo maggiormente le gravi conseguenze della pandemia, è al vaglio la possibilità di posticipare il pagamento delle imposte comunali al 30 giugno 2020.

‘’Insieme agli uffici comunali competenti”, riferiscono il Sindaco Roberto Cavallucci e l’Assessore allo sviluppo economico Simona Zuccherelli, “stiamo esaminando la possibilità di costituire un fondo – ulteriore ed aggiuntivo rispetto alle prescrizioni governative – per il rilancio del sistema produttivo. In previsione, altresì, il posticipo del pagamento dei tributi locali già rateizzati”.

Un particolare ringraziamento dell’amministrazione è rivolto alle Associazioni di Categoria con le quali il Comune si rapporta in modo diretto e costante e che hanno dimostrato di essere parte attiva nel fronteggiare l’emergenza e nel supportare le attività del Comune, anche,e non solo, con riferimento alla diffusione di una corretta informazione sui DPI alle aziende e attività loro associate.

Il  Vicesindaco con delega ai servizi sociali Jennifer Ruffilli sottolinea che ” in questa fase è essenziale rivolgere uno sguardo attento alle nostre famiglie che vivono un particolare momento sotto più aspetti. Per quanto riguarda le rette dei servizi scolastici meldolesi è stata predisposta la sospensione della fatturazione e saranno previsti idonei rimborsi per quanto non fruito. Da subito ci siamo attivati per provvedere all’erogazione  dei “ Buoni Spesa” che, per il Comune di Meldola, ammontano  a circa 57.000 euro, come da disposizioni dell’ ultimo Dpcm.”

Gli Uffici competenti già da lunedì sono al lavoro, unitamente alle Assistenti sociali e alle Associazioni del territorio impegnate nel volontariato alla persona, per valutare la situazione e fare in modo che nessuno venga lasciato solo in questo frangente. Ruffilli aggiunge che ” abbiamo provveduto a contattare le Organizzazioni Sindacali, attori principali e fondamentali, al fine di verificare sin da ora situazioni di disagio o di persone che abbiano perso il lavoro a causa della situazione legata al Covid 19 per promuovere tempestivi interventi. Vogliamo avere una attenzione al territorio a 360′ “.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here