Mareggiate, a Riccione si innalza la duna invernale

0
305

(Sesto Potere) – Riccione – 14 ottobre 2020 – Puntuali al passo delle previsioni meteo e dell’inizio della stagione delle mareggiate, sulla spiaggia di Riccione sono iniziati i lavori per innalzare la duna di sabbia che corre lungo quattro chilometri lungo il litorale della Perla Verde a protezione della spiaggia e dell’abitato.

riccione

Da sempre, la duna invernale, alta tra i due e i tre metri a seconda delle zone, è stata innalzata a Riccione con un duplice scopo: quello di proteggere la città e l’abitato dall’ingressione marina in caso di burrasca e tutelare la sabbia che poi servirà per il ripascimento dell’arenile in primavera.

Il 12 ottobre i lavori di costituzione della duna sono iniziati dalla zona numero 1. Dalla 1 fino alla zona 48, oltre che nelle spiagge libere di piazzale San Martino e piazzale Roma, sono lavori eseguiti dal Comune di Riccione, coordinati dal servizio Demanio. Dalla 49 fino al porto e dalla 90 fino a piazzale Azzarita sono invece lavori a carico della coop Bagnini. In settimana dalla zona 1 fino alla ex colonia Enel arriveranno per calibrare la duna invernale 6 mila mq di sabbia forniti dalla Regione Emilia Romagna. 

“L’innalzamento della duna invernale è una delle modalità più pratiche e meno costose che abbiamo per proteggere il litorale – spiega l’assessore al Demanio, Andrea Dionigi Palazzi -. La duna serve principalmente a proteggere la città delle mareggiate, infatti alcune località che negli anni non hanno provveduto ad innalzata, hanno avuto problemi fino nel centro abitato in caso di burrasca. La duna oltre a proteggere la città ci garantisce la conservazione di un bene indispensabile per la nostra costa esposta all’erosione marina, la sabbia”.