Marchi (IV): «A Forlì consiglio comunale tagliato fuori dalle decisioni»

0
292
il consigliere comunale massimo marchi

(Sesto Potere) – Forlì – 27 marzo 2021 – “E’ del tutto evidente che la nostra posizione come Italia Viva Forlì non può essere che favorevole al conferimento della cittadinanza onoraria a Patrik Zaki, siamo co-firmatari della mozione che avevamo presentato all’ultimo CC del 15 marzo scorso, siamo impegnati anche a livello nazionale su temi come questo che interessano la difesa dei diritti civili e umani e siamo convinti che il nuovo Governo guidato dal Presidente Draghi che abbiamo fortemente voluto, saprà dare un maggiore impulso alla autorevolezza e al peso dell’Italia sul panorama politico internazionale anche su questioni come questa. Dispiace quindi che a livello locale siamo stati costretti a ritirare questa mozione a seguito di una condotta davvero disdicevole dei lavori dell’ultimo consiglio comunale, con forze politiche di maggioranza timide e titubanti su argomenti che dovrebbero essere patrimonio di tutti”. Lo afferma il consigliere comunale di Italia Viva a Forlì, Massimo Marchi, nella foto in alto, riprendendo i concetti espressi durante una conferenza stampa organizzata questa mattina dai gruppi di opposizione del centrosinistra. 

sala consiglio comunale forlì

“Piuttosto ci sembra molto grave che il Consiglio comunale abbia un’attività così ridotta e talvolta persino residuale rispetto alle priorità della città – prosegue Marchi -. Eppure è l’organo supremo di rappresentanza di tutti i forlivesi e in una fase di pandemia come questa andrebbe costantemente coinvolto, informato, consentendo a tutti i consiglieri di partecipare e sentirsi corresponsabili delle delicate decisioni che si è chiamati a prendere”. “Non siamo pregiudizialmente contro tutto quello che produce la giunta Zattini – precisa Marchi – perchè pensiamo che non sia questo il ruolo dell’opposizione. Abbiamo più volte dimostrato che sappiamo distinguere le appartenenze politiche da ciò che è giusto e utile per la città. Si è visto con il nostro voto a favore al progetto di Medicina e con lo straordinario lavoro svolto per consentire l’apertura dell’aeroporto di Forlì, che proprio la prossima settimana comincerà ufficialmente i propri voli. E se si è arrivati a questo punto è unicamente grazie alla disponibilità degli imprenditori e al grande lavoro svolto da Italia Viva, dal nostro parlamentare Marco Di Maio e dal grande lavoro di squadra svolto per superare tutti gli ostacoli che si erano frapposti, persino quando al governo c’erano Lega e M5S. Solo chi non è intellettualmente onesto non lo riconosce”.

 “Come mi è già capitato di dire quindi ribadisco che Italia Viva vota a favore delle cose che reputa giuste per la città e per i forlivesi a prescindere dagli schieramenti politici – conclude Marchi -, noi abbiamo le nostre idee, i nostri valori, le nostre convinzioni; ma per noi gli avversari politici non sono nemici, sono avversari e sarebbe bello che fosse così per tutti. In maggioranza come all’opposizione”.