M5S, anche Di Battista dice “addio”

0
367

(Sesto Potere) – Roma – 11 febbraio 2021 – Dopo il voto degli iscritti 5 stelle sulla piattaforma Rousseau che ha visto prevalere il sì del movimento all’ingresso nel costituendo governo Draghi, si registra l’addio di Alessandro Di Battista che affida ad un messaggio video (https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=4031615973515181&id=299413980170673) le ragioni del suo allontanamento: “Stavolta non ce la faccio. Da diverso tempo non sono in accordo con alcune scelte del M5S, è più che legittimo. Non posso far altro che farmi da parte. D’ora in poi non parlerò più a nome del Movimento 5 Stelle anche perché in questo momento il Movimento non parla a nome mio”.

“E’ stata una bellissima storia d’amore, con gioie e battaglie vinte, ma anche diverse delusioni e qualche battaglia disattesa o persa. Io, con tutto l’impegno del mondo, non posso non considerare determinate mie convinzioni politiche. Poi magari mi sbaglierò su questo governo, ma non posso proprio andare contro la mia coscienza”.

“Oggi non ce la faccio proprio ad accettare un Movimento che governa con questi partiti, anche, per l’amor di Dio, con le migliori intenzioni del mondo”.

“Se poi un domani la mia strada dovesse incrociarsi di nuovo con quella del M5S, vedremo. Dipenderà esclusivamente da idee politiche, atteggiamenti e prese di posizioni. Non da candidature e possibili ruoli”: ha detto fra l’altro Alessandro Di Battista.