Lugo (Ra): inaugurata sede Laboratorio a Risposta Rapida e Servizio Trasfusionale

0
178

(Sesto Potere) – Lugo – 20 maggio 2021 – Inaugurata a Lugo la sede del Laboratorio a Risposta Rapida e Servizio Trasfusionale. I locali sono stati intitolati al dott. Valerio Zanardi, direttore del laboratorio dal 1992 al 2009 All’iniziativa erano presenti il sindaco di Lugo, Davide Ranalli, il Presidente del Comitato di Distretto di Lugo, Luca Piovaccari, il direttore Generale di Ausl Romagna, Tiziano Carradori, il Direttore Sanitario, Mattia Altini e il l dott. Paolo Tarlazzi Direzione Medica del Presidio di Lugo.

Se oggi abbiamo una rete di laboratori di alta qualità tecnologica  – ha sottolineato Tiziano Carradori  –  lo si deve innanzitutto alla grande capacità dei professionisti che nel lontano 2004 , diedero vita al progetto di istituire una rete laboratoristica unica nell’Area Vasta Romagna. Quel coraggio di allora, oggi dimostra tutta la sua fondatezza e validità. Voglio quindi ancora una volta esprimere un grande ringraziamento a quanti ci hanno creduto fin dall’inizio. Se oggi siamo qui a presentare un ulteriore pezzo di quel grande tassello realizzato in Romagna lo dobbiamo alla perseveranza, alla capacità e collaborazione di tutta la squadra professionale che vi opera”.

 “L’ospedale di Lugo negli ultimi mesi sta attraversando un importante processo di valorizzazione e rilancio della sua operatività – ha dichiarato il sindaco di Lugo Davide Ranalli -. Un progetto che abbiamo intrapreso insieme ad Ausl Romagna perché riteniamo fondamentale, a maggior ragione dopo questa terribile emergenza sanitaria, garantire alla nostra comunità un punto di riferimento con un’assistenza adeguata e maggiori servizi a disposizione dei cittadini. La nuova sede del laboratorio a risposta rapida va in questa direzione: un servizio già operativo, trasferito in locali ristrutturati con strumentazione innovativa. È la dimostrazione che siamo sulla strada giusta per valorizzare l’ospedale Umberto I, il nostro ospedale, che da sempre ha un forte legame con il nostro territorio”.

il Laboratorio di Pievesestina

 “ Ringrazio la direzione generale dell’Ausl e i professionisti dell’ospedale per il grande lavoro fin qui fatto, in questo anno e mezzo difficile, che speriamo tutti di esserci lasciati alle spalle – ha affermato Luca Piovaccari – Nessuno si è tirato indietro, dimostrando di essere una comunità professionale capace di gestire situazioni difficili e sempre all’altezza del momento”. Oggi è una bella giornata per tutti perché sta a testimoniare la crescita dell’ ospedale di Lugo e di tutti i professionisti che vi lavorano”.

Il Laboratorio Unico della Romagna comprende le Unità Operative di Patologia Clinica, Microbiologia, Genetica Medica e i Servizi Trasfusionali di Ravenna, Rimini e Forli-Cesena/Officina Trasfusionale della AUSL Romagna ed è operativo dal 2009. La U.O. di Patologia Clinica e i Laboratori a Risposta Rapida ospedalieri costituiscono un “Laboratorio Unico” geograficamente distribuito, che impiega la stessa strumentazione per gli esami in routine e in urgenza richiesti da una rete di oltre 100 punti prelievo distribuiti sul territorio romagnolo e da oltre 400 reparti ospedalieri.

Tutti gli esami richiesti per i pazienti ambulatoriali e gli esami specialistici richiesti per i pazienti ricoverati sono eseguiti presso il Laboratorio di Pievesestina, mentre nei Laboratori a Risposta Rapida sono eseguiti gli esami di base di base e quelli urgenti con orario di servizio h 24. Nel 2017 è stata attivata una gara d’appalto, a procedura aperta, per la fornitura di sistemi diagnostici finalizzata al totale rinnovo della strumentazione per un importo annuo di € 7.200.000. L’aggiudicazione definitiva è avvenuta il 4 giugno 2018 e l’installazione è iniziata alla fine di settembre dello stesso anno.

Rispetto alla precedente fornitura, la nuova prevede aspetti fortemente innovativi: totale automazione della fase post-analitica del settore di chimica immunometria, completa automazione degli esami di coagulazione e introduzione di un sistema di trasmissione immagini della morfologia ematologica tra i Laboratori a Risposta Rapida e quello di Pievesestina. Ciò nonostante l’aggiudicazione comporterà, a parità di attività, un risparmio di oltre il 30% nei 6 anni di durata.

I lavori per l’installazione dei nuovi strumenti sono stati particolarmente impegnativi poiché la nuova strumentazione ha sostituito la precedente senza interrompere la regolare attività.

Le attivazioni presso il laboratorio di Pievesestina e in 5 dei 7 LRR sono iniziate nel novembre 2018 e si sono completate nel settembre 2019 mentre i Laboratori a Risposta Rapida di Riccione e di Lugo sono stati trasferiti in locali completamente ristrutturati (quello di Lugo occupa una superficie complessiva di 350 m2 e sono operativi rispettivamente da ottobre 2019 (Riccione) e da ottobre 2020 (Lugo).