(Sesto Potere) – Ravenna – 13 ottobre 2022 – L’iniziativa “Scuole Sicure”, che si colloca nell’ambito dell’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici, ha previsto per il biennio 2022/2023 lo stanziamento di risorse finanziarie a favore dei Comuni per la realizzazione di progetti in linea con gli obiettivi prefissati dal Ministero dell’Interno per fronteggiare la diffusione di tale fenomeno.

Sono stati  individuati quali beneficiari i Comuni di Russi e Bagnacavallo (la piazza de paese in alto) che, sulla base dei contributi assegnati, per un importo complessivo di 26.582,98 euro, nei giorni scorsi hanno presentato i propri progetti nel corso della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica (vedi foto qui nella pagina), presieduta dal Prefetto di Ravenna Castrese De Rosa, alla quale hanno partecipato il Questore Stellino, il Comandante Provinciale dei Carabinieri De Donno, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Mercatili, il Comandante Provinciale della Polizia Locale Giacomini e i Rappresentanti dei due  Comuni. 

Sono stati gli stessi rappresentanti delle Amministrazioni Comunali destinatarie dei finanziamenti ad illustrare i contenuti delle idee progettuali articolate in una serie di interventi finalizzati a potenziare l’attività di prevenzione e promuovere percorsi formativi ed educativi anche durante l’orario delle lezioni, oltre alla realizzazione di impianti di videosorveglianza in prossimità degli istituti scolastici interessati.

“Questi progetti – ha dichiarato il Prefetto di Ravenna De Rosa – assicurano quella necessaria continuità alla proficua collaborazione ormai da tempo avviata in maniera sinergica e strutturale tra le Polizie Locali e le Forze di Polizia a competenza generale, contribuendo in tal modo a garantire l’azione integrata di controllo e presidio del territorio volta a contrastare il fenomeno delle attività illegali collegato allo spaccio e a prevenire comportamenti che possano portare alla dipendenza da sostanze stupefacenti. Il parere favorevole espresso dal Comitato rappresenta una risposta concreta, anzi, una conferma di quell’ampia sinergia interistituzionale volta ad ottimizzare le risorse messe in campo per una sempre più efficace attività di prevenzione e controllo del territorio svolta con impegno quotidiano da tutte le Forze dell’Ordine”.