Lotta al Covid, l’Emilia-Romagna ha utilizzato tutti i fondi disponibili

0
265
reparto covid ph d'archivio

(Sesto Potere) – Bologna – 1 giugno 2021 – Continua in Emilia-Romagna la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 16 sono state somministrate complessivamente 2.687.907 dosi, di cui 17.639 soltanto oggi.

Sul totale, 992.0487 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. In maggioranza – 570.713 – donne.

“Per la lotta al Covid abbiamo utilizzato tutti i fondi disponibili, senza lasciare un euro inutilizzato, per gestire la drammatica ed inedita emergenza sanitaria, assistere e curare le persone”: a dirlo è il governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

Lo certifica la relazione tecnica del ministero della Salute sulle risorse stanziate dallo Stato nel 2020 per far fronte alla pandemia.

“8,2 miliardi di euro assegnati alle Regioni per tutte le spese sanitarie collegate al contagio. In Emilia-Romagna nessun accantonamento. Davanti ad un nemico sconosciuto, abbiamo provato ad aggiungere l’efficacia della programmazione alla competenza dei professionisti e degli operatori della nostra sanità pubblica. Non è ancora terminato l’incubo, ma oggi guardiamo con molta più fiducia al futuro, grazie in particolare alle vaccinazioni che crescono ogni giorno”: afferma Bonaccini.

“Ancora una volta l’Emilia-Romagna dimostra di essere virtuosa nell’impiego dei fondi destinati alla sanità. Nel 2020 – unici, con la Toscana – abbiamo speso tutti i fondi che il governo ha destinato per spese sanitarie legate al Covid, senza lasciare nel cassetto neanche un centesimo. I fondi ci hanno permesso, solo per citare i dati più importanti, di aumentare il numero di posti letto di terapia intensiva (passati da una dotazione iniziale di 449 a oltre 700), di potenziare i pronti soccorso, di assumere quasi 9mila tra medici, infermieri, operatori sociosanitari e altri professionisti. Investimenti strutturali, che rimarranno a tutti gli effetti in dotazione alla nostra sanità, che si appresta ora ad affrontare la fase post-pandemica guardando sempre più al territorio”: rimarca l’Assessore alle Politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini.