(Sesto Potere) – Longiano – 21 novembre 2022 – Mercoledì 23 novembre a Longiano, forse per la prima volta nella storia del Comune, il Consiglio comunale si riunirà alle 8,30 di mattina. Questo perché, per contenere i consumi energetici, la Giunta ha deliberato che “le sedute del Consiglio comunale saranno svolte preferibilmente negli orari di apertura degli uffici comunali”.

“Abbiamo appreso dell’insolito orario solo dalla convocazione ufficiale dell’assise via Pec – interviene il capogruppo di minoranza Matteo Venturi -. Sarebbe stato istituzionalmente cortese condividere giorno e ora con la minoranza. Molti consiglieri dovranno chiedere permessi dal proprio lavoro e la partecipazione del pubblico, già scarsa in orari serali, è disincentivata. Il fatto grave poi è l’ipocrisia di questa decisione. Qualche sera fa il Municipio è stato aperto e illuminato per una riunione della maggioranza, allargata ad alcuni simpatizzanti esterni. Se si dà una regola, questa deve valere per tutti. La minoranza, da parte sua, cerca di adattarsi per evitare sprechi e, in vista del Consiglio, si è riunita online”.

Saranno 14 i punti all’ordine del giorno del Consiglio comunale mattutino di Longiano. “Il nostro gruppo – fa sapere Venturi – ha presentato tre interrogazioni al sindaco e alla Giunta. Nella prima, firmata dal consigliere Lorenzo Spada, domandiamo se sono previsti interventi per potenziare, a livello di giochi, i parchi di Budrio e Badia. In particolare, chiediamo aggiornamenti sulla fontana del Rio Parco a Budrio, da tempo in stato di pericoloso abbandono e con un intervento di recupero non più in bilancio”.

“La seconda interrogazione – prosegue il capogruppo di minoranza – riguarda la partecipazione del Comune al progetto di forestazione urbana “Mettiamo radici per il futuro” -. Di recente, la Regione Emilia-Romagna ha comunicato la partenza della terza fase della distribuzione gratuita di alberi. Dal momento che tanti enti locali stanno partecipando massicciamente all’iniziativa e ad altre simili, chiediamo al nostro Comune se si sta muovendo in tal senso”.

“Nella terza interrogazione – conclude Venturi – chiediamo aggiornamenti sull’attivazione dell’impianto in fibra ottica fino a casa (FTTH) e sui i prossimi passi in tema di digitalizzazione del territorio comunale, annunciati finora in modo vago dall’Amministrazione comunale.