(Sesto Potere) – Forlì – 29 settembre 2021 – In concomitanza col riavvio del trasporto scolastico, Start Romagna aggiunge un ulteriore elemento utile a garantire una capienza entro i limiti stabiliti dalle norme anti Covid. Grazie al ‘Contapasseggeri’ ora è possibile conoscere lo stato delle presenze a bordo del bus prima di salire, semplicemente consultando il sito di Start Romagna nella sezione “Orari e Servizi – Capienza autobus in tempo reale”.

Sarà un ‘OK’ (verde) a trasmettere immediatamente la disponibilità di posti nel rispetto della capienza. Il messaggio ‘KO’ (rosso) invece trasmetterà l’impossibilità di salire a bordo per la raggiunta capienza (che ricordiamo al momento essere dell’80% rispetto al valore riportato nel libretto di circolazione della vettura).

Si arricchisce quindi il progetto Safe Travel Bus, avviatosi a inizio 2021 con l’allestimento di una moderna centrale operativa a Cesena e con l’installazione a bordo dei bus di tecnologie che mirano ad un viaggio sicuro per i passeggeri ed il personale dell’Azienda, nel solco del cablaggio completo dei mezzi di trasporto.

Investimenti sostenuti da Start Romagna per incrementare la videosorveglianza a bordo dei bus, con la tecnologia Streamax che ora è stata implementata senza aggiungere dispositivi a bordo.

Grazie al sistema, è possibile monitorare in tempo reale quanto avviene nei bus, nel pieno rispetto della privacy. Informazioni immediatamente disponibili. È l’inizio di un programma che riguarda i bus e sempre più ‘fermate intelligenti’. I mezzi divengono veri e propri hub tecnologici, terminali dai quali ricavare informazioni dalle strade percorse ogni giorno dalla flotta in tutta la Romagna.

Prima di rendere pubblico e disponibile il sistema, Start Romagna lo ha sperimentato sin dallo scorso febbraio e ciò è stato importantissimo per tenere monitorate le capienze durante i mesi primaverili del servizio scolastico.

Come funziona il Contapasseggeri?

Sui mezzi della flotta di Start Romagna dotati del sistema Streamax, oltre 250 al momento, la capienza viene misurata in tempo reale con un minimo margine di errore, oltre ovviamente a mantenerne memoria per analisi successive.

Grazie ad un sistema di reti neurali, una potente scheda video riceve ed incrocia le immagini provenienti dalle videocamere – su un bus da 12 mt ne sono presenti quattro – per trasformarle in un dato che al momento è preciso al 95%. I numeri rilevati confluiscono in una scheda digitale e poi su un quadro sinottico per la conseguente reportistica. I dati sono monitorati in tempo reale dalle centrali operative di Start Romagna e ciò permette anche tempestivi interventi per rafforzare le linee al limite della capienza.

Il contapasseggeri è già diffuso su tutto il territorio romagnolo. Sul sito di Start Romagna il cliente troverà nella sezione ‘Orari e servizi’ una finestra di ricerca dove visualizzare quali linee transitano dalla fermata e in tempo reale l’orario di arrivo del prossimo bus.

Servizi che si aggiungono alle App Roger e MyCicero, oltre a Moovit, per conoscere linee e frequenze oltre a programmare il proprio viaggio con precisione.

Il commento di Start Romagna

“Start Romagna ha l’obiettivo di offrire ai cittadini un’esperienza di viaggio sicura, puntuale e affidabile. E’ uno sforzo che coinvolge tutta l’azienda e che progressivamente interesserà sempre di più mezzi e il nostro personale. Tutto ciò passa anche per una cultura del trasporto pubblico che ne comprenda pienamente la funzione e l’utilizzo responsabile. E’ un cammino da fare insieme. Stiamo accelerando nell’implementazione di tecnologie a bordo dei bus, che hanno straordinarie prospettive di utilizzo per offrire un servizio efficiente e competitivo, in linea con le prospettive di incremento dell’utilizzo dei mezzi pubblici così evidente nelle strategie regionali. Questo nuovo strumento e la conoscenza del dato permettono al cliente di scegliere per tempo su quale vettura salire per un viaggio confortevole e rispettoso delle regole in vigore in materia di pandemia. Questa informazione si abbina alla sperimentazione della pellicolatura anticovid presente sperimentalmente su una quarantina di bus, al fine di contribuire ad aumentare la sicurezza a bordo”.