Licenziamenti al service del San Domenico, Zattoni (Pd): Comune si faccia carico del problema

0
128
zattoni

(Sesto Potere) – Forlì – 22 luglio 2021 – “Dopo che il Comune ci aveva fatto credere che la questione del cambio di appalto ai Musei San Domenico “si fosse risolta” in un facile lieto fine, oggi invece scopriamo che diversi lavoratori – i numeri andranno attentamente verificati – sono stati oggetto di licenziamento, pur avendo un contratto a tempo determinato fino al 30 di settembre, sulla base del presunto mancato superamento del periodo di prova. Già nel Consiglio comunale del 7 giugno avevo auspicato che: “le condizioni economiche raggiunte a seguito della vertenza sindacale venissero applicate anche ai nuovi lavoratori”. Oggi sappiamo che quell’auspicio è stato completamente disatteso”: a scriverlo nella sua pagina Facebook è il consigliere comunale forlivese del Pd Matteo Zattoni (nella foto in alto, ndr).

ingresso san domenico

“Non solo i nuovi lavoratori sono stati assunti con contratti per servizi fiduciari, quindi con una retribuzione molto più svantaggiosa, ma in questi giorni, oltre al danno, diversi di loro devono subire anche la beffa di venire licenziati. È chiaro che l’Amministrazione deve prendersi carico del problema che ha contribuito almeno in parte a creare”: aggiunge Zattoni.

Che indica come il Comune dovrebbe deve prendersi carico del problema: “Chiedendo e ottenendo dal proprio appaltatore il rispetto di condizioni economiche, organizzative, ma anche di dignità di questi lavoratori. È grottesco che il Comune celebri le grandi mostre del San Domenico e fornisca ad esse “un contesto all’altezza”, come dichiarato dal sindaco il 13 luglio, se poi non garantisce pienamente i diritti di chi vi opera”: conclude il consigliere comunale del Pd citando un’affermazione del sindaco di Forlì, Zattini.