(Sesto Potere) – Santarcangelo – 23 ottobre 2021 – Mentre sono appena iniziati i lavori per la realizzazione di un tratto di percorso in sicurezza lungo via Tomba nella frazione di San Martino dei Mulini, partirà nella settimana dal 15 al 20 novembre l’intervento di riqualificazione del semaforo all’incrocio fra le strade provinciali Trasversale Marecchia e Marecchiese, dove la viabilità subirà temporaneamente delle modifiche.

Nel frattempo, sempre a San Martino del Mulini, è entrata in vigore l’ordinanza che istituisce il senso unico in via Busca nel tratto compreso tra via Tomba e via del Piano (direzione via Tomba-Marecchiese): una misura di carattere sperimentale, adottata per ridurre il transito di veicoli provenienti dalla SP258, che potrà essere resa permanente alla luce degli esiti da valutare nei prossimi mesi.

L’aggiornamento dei lavori pubblici in corso e di prossima realizzazione prevede anche, per il prossimo mese di febbraio, l’inizio dei lavori di adeguamento sismico della palazzina A della succursale Saffi della scuola media, dove verrà realizzata una struttura esterna in acciaio e calcestruzzo mentre all’interno è prevista la realizzazione di tre strutture reticolari piane, collocate ai vari livelli dei sottotetti. A eseguire le opere sarà l’impresa Paolucci costruzioni di Campobasso, che si è aggiudicata i lavori finanziati dal Miur per 500mila euro su un costo complessivo di 720mila euro.

Due invece le opere per le quali è stata completata la progettazione definitiva ed esecutiva, attualmente presso la centrale unica di committenza (Cuc) per l’espletamento della gara d’appalto. La prima riguarda l’intervento di ristrutturazione dell’ex scuola del Bornaccino, destinata a diventare uno spazio polifunzionale a disposizione dei giovani, un luogo di aggregazione in grado di offrire occasioni di socializzazione anche per prevenire eventuali situazioni di disagio. L’intervento sulla scuola, da cui è nata nell’immediato dopoguerra la straordinaria esperienza didattica del maestro Federico Moroni, avrà un costo di circa 370mila euro, coperto nella misura del 90 per cento dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del programma straordinario di investimento per i territori maggiormente colpiti dalla pandemia.

La seconda opera per la quale sono in corso le procedure di affidamento è quella che permetterà di riqualificare piazza Balacchi e la sottostante casamatta per una spesa complessiva di 400mila euro, in parte finanziati anche in questo caso dalla Regione Emilia-Romagna.

L’intervento di restauro e riqualificazione consentirà di far conoscere e valorizzare anche a fini turistici una delle scoperte più interessanti della Santarcangelo sotterranea negli ultimi anni. Da tempo considerata una “nevaia”, in realtà la grotta semicircolare rinvenuta nel 1998 in via Saffi si è rivelata una casamatta che faceva parte della struttura difensiva risalente al millequattrocento, quando il borgo venne ingrandito e circondato da mura completate nel 1447 da Sigismondo Pandolfo Malatesta.

Infine, proprio pochi giorni fa la Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo per dare corso ad alcuni lavori di adeguamento di spazi, ambienti e aule didattiche in tre scuole di Santarcangelo, per un importo complessivo di 200.000 euro. L’intervento, finanziato per intero dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, interessa le scuole dell’infanzia Margherita (capoluogo) e Giardino incantato (San Vito), nonché la scuola primaria Giovanni XXIII di San Martino dei Mulini, dove gli infissi esistenti verranno sostituiti con infissi apribili sia in battuta che a vasistas.